La Nuova Sardegna

Il rapporto

Qualità della vita: Sardegna in vetta per numero di bar, in coda per internet e per i figli

di Andrea Sini
Qualità della vita: Sardegna in vetta per numero di bar, in coda per internet e per i figli

Sole 24 Ore: Cagliari 23ª, le altre province in coda

05 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Cagliari prima tra le città del meridione, che però scivola fuori dalla top 20 italiana; Sassari che perde 8 posizioni e viene sorpassata da Nuoro, Oristano in risalita e il Sud Sardegna in picchiata. La Sardegna vista allo specchio del report sulla Qualità della vita del Sole 24 Ore, giunto alla 34ª edizione. Ma dentro lo studio socio-economico del quotidiano di Confindustria c’è molto altro, comprese diverse curiosità.

I criteri Sono 15 gli indicatori dell’indagine selezionati per raccontare l’attualità del nostro Paese provincia per provincia. Si va dal valore aggiunto per abitante (ovvero il reddito) all’energia elettrica da fonti rinnovabili, dalle startup innovative alle imprese cessate, passando ancora per medici di medicina generale, canoni di locazione, indice della criminalità, nascite, spesa delle famiglie, tasso di occupazione e popolazione con crediti attivi.

L’isola in affanno Per quanto riguarda le province sarde, la Città metropolitana di Cagliari continua ad avere le migliori performance: il capoluogo è al 23° posto, dietro Vicenza e davanti ad Ancona, ma rispetto allo scorso anno ha perso 5 posizioni nonostante un +7,6% nell’indice relativo ai medici di medicina generale. Per trovare le altre province sarde bisogna scendere parecchio: Oristano è 65ª, con 5 posizioni guadagnate, mentre Nuoro è risalita dalla 74ª alla 67ª posizione. Male la provincia di Sassari, che perde 8 posizioni e scivola al 77° posto, dietro Campobasso e davanti a Benevento. Malissimo il Sud Sardegna, che perde altre 6 posizioni e scivola in 93ª posizione, tra Catania e Agrigento.

Sul fondo Tra i primati non proprio invidiabili c’è il 107° e ultimo posto assoluto del Sud Sardegna negli indicatori legati a demografia, società e salute, ma anche nei tempi per la vendita degli immobili residenziali, nelle riqualificazioni energetiche e nella qualità della vita dei giovani: in quest’ultimo caso, il Sud Sardegna è in buona compagnia, con Nuoro e Oristano che occupano rispettivamente il penultimo e terz’ultimo posto. Oristano e Sud Sardegna in coda anche nel prezzo medio di vendita delle case. Il Sud Sardegna è ultimo anche per quanto riguarda le donne laureate, ma è secondo per amministratori di impresa donna.

Dramma natalità La Sardegna si spopola sempre di più e c’è un dato che fotografa in maniera drammatica la situazione: le ultime 5 posizioni della graduatoria sul tasso di fecondità sono occupate tutte dalle province sarde, col Sud Sardegna sul fondo anche per quanto riguarda il quoziente di natalità, insieme a Oristano e con Cagliari e Nuoro appena sopra.

Primati Oristano può esultare per il secondo posto a livello nazionale per quanto riguarda la sostenibilità, con Nuoro ottima 18ª, ma anche per il secondo posto negli indicatori relativi a giustizia e sicurezza. Cagliari spicca come popolazione con crediti attivi (3ª), è al primo posto in assoluto per quota di psichiatri e all’8° per percentuale di laureati. Per Nuoro, infine, primo posto in assoluto per numero di bar ogni 1000 abitanti: niente paura, però: anche le province di Sassari e Sud Sardegna entrano nella top 5.

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative