La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Politica

Christian Solinas: «Senza il provvedimento della magistratura, non so come sarebbe andata a finire»

di Umberto Aime
Christian Solinas: «Senza il provvedimento della magistratura, non so come sarebbe andata a finire»

L’ormai ex governatore ha rilasciato due interviste a quotidiani nazionali e ha annunciato che non si candiderà neppure alle regionali

21 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Dopo il sacrificio personale di venerdì scorso, così da lui stesso definito davanti all’assemblea dei sardisti a Oristano, l’ormai ex governatore Christian Solinas ha rilasciato due interviste. Nella prima al Corriere della sera, ha detto: «Se non avessi subito a cinque giorni dalla presentazione delle liste un provvedimento particolarmente invasivo da parte della magistratura - aggiunge poi ancora Solinas - non so come sarebbe andata a finire». Poi: «La politica è l'arte del possibile - dice ancora - Ciò che abbiamo sempre chiesto è che ci fossero ragioni e considerazioni politiche più che un 'Cencelli' muscolare sulle candidature. Fin da principio avevamo riaffermato il valore della regola sulla ricandidatura degli uscenti, favorendo il riequilibrio tra le forze politiche con maggiori candidature nelle Regioni da espugnare. Ho pagato io per intero il prezzo dell'unità, anteponendo il valore della continuità della formula di governo alla mia persona» 

Nella seconda interivsta, a La Stampa, Solinas ha parlato più che altro del suo futuro: «Una volta fatte le scelte noi abbiamo una disciplina - dice - Io farò campagna elettorale per il Psd'Az e quindi per Paolo Truzzu. Ho parlato con Giorgia Meloni, mercoledì scorso. Abbiamo discusso dell'esigenza di dare continuità al buon governo di questi cinque anni. Non mi candiderò alle Europee e nemmeno alle regionali. Dopo tanti anni di impegno civico e politico, penso di riprendere i miei spazi e dedicarmi come segretario al Psd’Az».

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative