La Nuova Sardegna

Il caso

Mancato pagamento dei tfr ai dipendenti pubblici, la Cisl diffida l’Inps

Mancato pagamento dei tfr ai dipendenti pubblici, la Cisl diffida l’Inps

La federazione pensionati della Sardegna è pronta a procedere in sede giudiziaria

06 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





La Cisl pensionati diffida formalmente l’Inps per il mancato pagamento dei trattamenti di fine servizio ai pubblici dipendenti. Il sindacato pronto a proseguire l’iniziativa in sede giudiziaria. Alla Federazione nazionale e regionale dei pensionati continuano ad arrivare segnalazioni in merito al mancato pagamento delle prestazioni relative alla liquidazione dei trattamenti di fine servizio per i Pubblici Dipendenti. Secondo la normativa, l’Inps dovrebbe procedere al pagamento entro 12 mesi dalla cessazione dal servizio per raggiunti limiti ed entro 24 mesi dalla cessazione dal servizio per dimissioni e licenziamento.

Per sollecitare l’Inps ad adempiere al pagamento, la Fnp ha predisposto una specifica diffida, da inoltrare a cura del pensionato, via raccomandata A/R o via PEC, alla Sede INPS territorialmente competente. Trascorso il termine indicato nella diffida (90 giorni), senza che l’Inps abbia provveduto alla liquidazione della prestazione, la Federazione pensionati procederà in sede giudiziaria.

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative