La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Il tour elettorale

Giuseppe Conte all’Integremio di Sassari per ascoltare la storia dei Candelieri

di Giovanni Bua

	Giuseppe Conte all&#39;Intergremio<em> (foto Ivan Nuvoli)</em>
Giuseppe Conte all'Intergremio (foto Ivan Nuvoli)

«C’è chi ha voluto fare un tour a caccia di degrado e criminalità - ha sottolineato Ettore Licheri - e chi invece vuole mostrare il cuore pulsante di una città viva, che combatte»

15 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Rullo di tamburi, un emozionante filmato, racconti e tante strette di mano per Giuseppe Conte arrivato nella sede dell’Integremio in via Infermeria San Pietro. L’ex premier si è intrattenuto per oltre un’ora chiedendo particolari sulla storia, le tradizioni e il ruolo attuale della festa dei Candelieri nella realtà cittadina. «C’è chi ha voluto fare un tour a caccia di degrado e criminalità - ha sottolineato Ettore Licheri - e chi invece vuole mostrare il cuore pulsante di una città viva, che combatte. Nel 1652 la città di Sassari fu colpita dalla peste. Ventimila furono i morti quell’estate. Ma i gremi decisero di festeggiare lo stesso la Madonna. Appena il giorno dopo i morti iniziarono a diminuire. E ancora oggi quel giorno, quella festa, quel voto onoriamo».

«Da quasi 11 anni la discesa dei candelieri è patrimonio Unesco - ha detto il presidente dell’Intergremio Fabio Madau - e questo apre prospettive importanti rispetto a una festa ultracentenaria. I gremi sono le antiche corporazioni di arti e mestieri e ancora oggi conservano un ruolo importante, sia nella dimensione religiosa che sociale e civica. Siamo una realtà viva, non fosse altro che per conto della città sciogliamo il voto il 14 agosto».

Al presidente Conte è stato regalato il volume “Sassari, i candelieri e i gremi nella storia” di Carlo Antero Sanna.

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra auto in galleria sulla Nuoro-Lanusei: due feriti gravi

Le nostre iniziative