La Nuova Sardegna

Il concorso

Scuola: quattordicimila candidati, ma le cattedre in Sardegna sono solo 1464

Scuola: quattordicimila candidati, ma le cattedre in Sardegna sono solo 1464

Al via il maxi concorso per insegnanti dell’infanzia, primaria e secondaria. Il bando del ministero dell’Istruzione ha assegnato pochi ruoli all’isola

12 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Quasi 45mila insegnanti, tra posti comuni e sostegno: di questi, 1464 sono in Sardegna. Molte di più le richieste totali: i candidati sono oltre 370mila, 14504 solo nell’isola. La selezione sarà durissima ma c’è da scommettere nel massimo impegno da parte dei partecipanti, perché in palio c’è il posto di ruolo, il contratto a tempo indeterminato. Tra i sardi serpeggia da tempo il malumore perché il bando del Ministero ha assegnato un contingente di posti molto ridotto nell’isola, dove il numero di precari è elevato soprattutto per quanto riguarda il sostegno (circa 4mila docenti specializzati a fronte di 8mila richieste).  Al contrario, i numeri assegnati alle regioni del Nord sono consistenti, nonostante nella maggior parte dei casi non ci sia una domanda corrispondente: infatti si sa già che parecchi ruoli rimarranno scoperti.

I numeri della Sardegna Degli oltre 14mila candidati, sono 3301 quelli che ambiscono a un posto nella scuola dell’infanzia e della primaria.: passeranno 184, con una percentuale di appena il 5,57% del totale, molto più basso della media nazionale pari al 13,24%. Di più i preari in gara per un ruolo alle secondarie di primo (ex Medie) e secondo grado (ex Superiori): i candidati sono 11203, i posti a disposizione 1280, il rapporto percentuale 11,43, in questo caso decisamente superiore alla media nazionale che si attesta su 6,7%.

I numeri nazionali In totale i candidati per infanzia e primaria sono 69.117; i ruoli a bando 15.340. Ciascun candidato, sulla base dei titoli posseduti, ha avuto la possibilità di iscriversi a un numero massimo di quattro procedure su base regionale (Infanzia posto comune; Infanzia sostegno; Primaria posto comune; Primaria sostegno). Per quanto riguarda il concorso Scuola secondaria di I e II grado i candidati sono 303.687; i posti a bando: 29.314. Anche in questo caso ciascun candidato, sulla base dei titoli posseduti, ha avuto la possibilità di iscriversi a un numero massimo di quattro procedure (una classe di concorso della Secondaria di I grado; una classe di concorso della Secondaria di II grado; posto di sostegno Secondaria di I grado; posto di sostegno Secondaria di II grado).

Le prove La prova scritta si svolge su postazione informatica, ogni candidato partecipa nella regione in cui ha presentato domanda. Sulla base del numero dei candidati di ciascuna regione, sono state organizzate più sessioni mattutine e pomeridiane. Ciascun aspirante avrà 100 minuti per rispondere a 50 quesiti a risposta multipla di contenuto non disciplinare, di cui: 10 di contenuto pedagogico; 15 di contenuto psicopedagogico (compresi gli aspetti relativi all'inclusione); 15 di contenuto metodologico-didattico (compresi gli aspetti relativi alla valutazione); 5 sulla conoscenza della lingua inglese; 5 sull'uso didattico delle tecnologie digitali. A ciascuna risposta corretta vengono assegnati 2 punti; a ciascuna risposta errata o non data vengono assegnati 0 punti. Superano la prova scritta e accedono alla prova orale i candidati che raggiungono un punteggio di almeno 70/100. La prova orale dovrà accertare la preparazione dei candidati sia sotto il profilo specificamente disciplinare sia per quanto riguarda la capacità didattica: per questo motivo, i candidati dovranno svolgere una lezione simulata. La prova scritta per materna e primaria, iniziata ieri, proseguirà oggi. Quella del concorso della Scuola secondaria di I e di II grado si svolgerà invece in un massimo di 10 sessioni, mattutine e pomeridiane, nei giorni di mercoledì 13, giovedì 14, venerdì 15, lunedì 18 e martedì 19 marzo.

In Primo Piano
Trasporti

Il volo Napoli-Alghero cancellato nella notte, Ryanair lascia i passeggeri a terra

di Enrico Carta
Le nostre iniziative