La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Politica

Consiglio regionale, la nuova mappa collegio per collegio: vincitori e vinti

Consiglio regionale, la nuova mappa collegio per collegio: vincitori e vinti

I rapporti di forza in vista delle Comunali

22 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari La mappa è cambiata, e non solo per la vittoria di Alessandra Todde alle Regionali. Da un giorno all’altro, negli otto collegi, esistono nuovi rapporti di forza fra i due blocchi, il Campo largo da una parte e la coalizione di centrodestra dall’altra. Con le Comunali ormai alle porte, a giugno si voterà soprattutto a Cagliari, Sassari e Alghero, e con anche le Europee dietro l’angolo, l’onda lunga del 25 febbraio potrebbe farsi sentire nei prossimi mesi. Dipenderà molto, è evidente, se chi ha vinto le Regionali, il Campo largo, riuscirà a restare compatto dentro e fuori il Consiglio regionale. Invece, il centrodestra – che ha perso con Truzzu, ma vinto la sfida fra i partiti – dovrà interrogarsi se ancora vorrà andare al traino di Fdi, oppure ritornare sotto l’ala protettrice dei centristi, che ora non hanno più davanti neanche il tappo della Lega.

Sassari Innanzitutto avrà un seggio in meno: 11 invece 12. Il Campo largo ha eletto sette consiglieri: 2 del Pd, Antonio Spano e Carla Fundoni, uno a testa per i 5 Stelle, grazie soprattutto all’exploit personale di Desirè Manca, con oltre 8mila preferenze è stata la più votata in Sardegna, i RossoVerdi (Antonio Piu), Orizzonte (Franco Cuccureddu), i Progressisti (Gianfranco Satta) e la civica Uniti (Valdo Di Nolfo). In pratica è finita sette a quattro per il gruppo centrosinistra-M5s. Con il centrodestra che è riuscito a eleggere solo Maria Francesca Masala (Fdi), Antonello Peru (Sardegna al centro 20.20), Aldo Salaris (Riformatori) e Piero Maieli del Psd’Az.

Olbia-Tempio È l’unico collegio, nonostante abbia perso un seggio, fermandosi a cinque, dove il centrodestra ha eletto più consiglieri del Campo largo (3 contro 2) confermandosi una roccaforte. Ad avere la meglio sono stati i tre partiti guida: Forza Italia (Angelo Cocciu), Fdi (Cristina Usai) e i Riformatori con Giuseppe Fasolino. Nel Pd, invece, il rullo compressore Giuseppe Meloni ha risparmiato solo Roberto Li Gioi (M5s).

Nuoro Rispetto al 2019, nella XVII legislatura avrebbe dovuto avere due consiglieri in più: da sei a otto. Solo che poi il seggio della Lega dalla Corte d’appello è stato trasferito d’ufficio da Pierluigi Saiu a Paolo Truzzu. Il Campo largo ha eletto cinque consiglieri: Roberto Deriu (Pd), Lara Serra (M5s), Sebastian Cocco (Uniti), Giuseppe Dessena (RossoVerdi) e Ivan Pintus (Progressisti). Due per il centrodestra: Giuseppe Talanas (Forza Italia) e Franco Mula (Alleanza Sardegna).

Ogliastra Neanche stavolta è riuscita a difendere il secondo nella lotteria sul calcolo dei resti. A rappresentare il territorio sarà Salvatore Corrias del Pd, riconfermato.

Oristano È uno dei quattro collegi su otto dove Paolo Truzzu ha vinto, gli altri sono l’Ogliastra, la Gallura e Nuoro. Ma a eleggere più consiglieri è stato il Campo largo, cinque: Antonio Solinas (Pd), Alessandro Solinas (M5s), Diego Loi (RossoVerdi), Giuseppino Canu (Sinistra) e Salvatore Cau (Orizzonte). Per il centrodestra, Emanuele Cera (Fdi) e Alfonso Marras (Psd’Az).

Cagliari e dintorni Nella città metropolitana è finita 11 consiglieri a 10. Il Campo largo schiererà questa formazione: tre del Pd (Piero Comandini, Valter Piscedda e Camilla Soru), due M5s (Michele Ciusa e Gian Luca Mandas, e uno ciascuno per Sinistra futura (Paola Casula), RossoVerdi (Maria Laura Orrù), Progressisti (Francesco Agus), Orizzonte (Sandro Porcu), Uniti (Giuseppe Frau) e Lorenzo Cozzolino ( Psi). Per il centrodestra, invece, Fausto Piga, Corrado Meloni e Antonello Floris (tutti di Fdi), Gianni Chessa (Psd’Az), Ivan Piras (Forza Italia), Umberto Ticca (Riformatori), Stefano Tunis (Alleanza Sardegna), Stefano Tunis (Sardegna al centro 20.Venti), Alessandro Sorgia (Lega) e Alice Aroni (Udc). Nel Sulcis, due consiglieri li ha eletti il Campo largo – Alessandro Pilurzu del Pd e Luca Pizzuto di Sinistra futura – e uno il centrodestra Gigi Rubiu (Fdi). Nel Medio Campidano la sfida fra i due blocchi si è conclusa con un altro 2 a 1 a favore del Campo largo – Gigi Piano (Pd) ed Emanuele Matta (M5s) – sul centrodestra, che ha eletto Alberto Urpi di Sardegna al centro. (ua)

Il lutto

Tragedia sulla Alghero-Bosa, ecco chi erano Riccardo Delrio e Gianluca Valleriani

Le nostre iniziative