La Nuova Sardegna

I numeri

Oltre 40mila voti per Angela Quaquero, flop Lina Lunesu con la Lega: la Sardegna resta fuori (ancora una volta) dall’Europarlamento


	Cinzia Pilo, Lina Lunesu e Salvatore Deidda
Cinzia Pilo, Lina Lunesu e Salvatore Deidda

L’ex senatrice ha ottenuto solo 3750 preferenze. La pentastellata Cinzia Pilo la seconda più votata ha una piccola chance di essere eletta

10 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari La Sardegna resta fuori, ancora una volta, dall’Europarlamento, pagando lo squilibrio territoriale rispetto alla Sicilia nella circoscrizione Isole, che elegge otto parlamentari. Tra exploit e flop. Tra soddisfazione e delusione per il mancato posto conquistato in Europa. Ottima performance di Angela Quaquero del Pd, la più votata con 40.864 voti. Male per Michelina Lunesu, ex senatrice della Lega che ottiene 3750 preferenze, risultato esiguo in sé, ancora di più se paragonato ai voti ottenuti in Sicilia: 3102. 

Il secondo miglior risultato nell’isola è di Cinzia Pilo, che mette insieme 27.010 voti dentro un Movimento Cinque stelle che porta a casa il 16,9% di gradimento in Sardegna. Pilo ha conquistato altri 12.421 voti nell’isola sorella della Sicilia, con cui la Sardegna divideva la circoscrizione. L’altro esponente pentastellato, Matteo Porcu ottiene 16.565 preferenze. 

In Fratelli d’Italia il deputato Salvatore Sasso Deidda si ferma a 25.502 voti. Ilaria Salis per Alleanza Verdi Sinistra, trainata anche dal clamore mediatico della sua vicenda giudiziaria, ne ottiene 23.558. Michele Cossa, sui cui aveva puntato Forza Italia, ottiene 20.647 voti e in Sicilia il suo gradimento è stato di 15.616. La collega azzurra Maddalena Calia ottiene 13.263 preferenze in Sardegna, 9.729 in Sicilia. 

Seguono poi Francesco Muscau, di Alleanza verdi sinistra con 9521; Gianni Fresu di Pace, terra e dignità con 4990; sempre del partito di Michele Santoro Elisa Monni con 2107 e Federica Baccoli con 1419; Pierina Putzolu per Stati Uniti d’Europa raggranella 2213 preferenze. 

Nicola Trudu per Azione porta a casa 1024 preferenze. Tutti gli altri sono sotto le mille preferenze. Martina Benoni di Azione 931;  Barbara Figus per Libertà con 706 voti (in Sicilia ne ha ottenuto 2769), Carola Politi per il partito di Renzi 533. Gianfranco Damiani per Azione 212. 

Dei 18 candidati sardi alle Europee quasi sicuramente nessuno siederà in Parlamento. I numeri sono comunque utili per capire il vento dei partiti nell’isola ma sono anche un’occasione per gli stessi aspiranti parlamentari di pesare il gradimento tra gli elettori. (serena lullia)

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative