Va a fuoco la casa, due in ospedale

Le fiamme sono partite dalla presa del condizionatore, intossicati padre e figlio

SASSARI. Hanno rischiato di restare intrappolati nella casa in fiamme padre e figlio di 84 e 46 anni. Ieri mattina Francesco e Giuseppe Canoligo erano nel loro appartamento, al quarto piano di una palazzina in via Leoncavallo, quando è partita una fiammata probabilmente dalla presa elettrica del condizionatore. In pochi attimi il fuoco ha divorato mobili e pareti, tutto distrutto. I due uomini hanno tentato di spegnere il fuoco e hanno dato contemporaneamente l'allarme alla centrale dei vigili del fuoco di Sassari. Poco dopo sul posto sono arrivati i soccorritori e i due intossicati sono stato presi in consegna dagli operatori del 118 che li hanno accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale di Sassari, mentre i vigili del fuoco hanno evitato che le fiamme si propagassero alle altre abitazioni.

In quel momento, fortunatamente, in casa non c’erano altre persone. Le fiamme hannodanneggiato anche le pareti esterne della palazzina di Santa Maria di Pisa e solo per un caso fortuito padre e figlio non sono rimasti ustionati in modo serio dal rogo. I vigili hanno ispezionato attentamente la casa per diverse ore e al termine dell’intervento ne hanno dichiarato l’inagibilità. La famiglia che ci abitava sarà dunque costretta a trovare momentaneamente una nuova sistemazione.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes