«Toponimi in limba su Google Maps? Sono sbagliati»

OZIERI. Si parla da settimane della curiosa iniziativa di tradurre in limba i toponimi di molti comuni sardi nel portale di Google Maps. Una novità che ha suscitato reazioni contrastanti, tra chi l’...

OZIERI. Si parla da settimane della curiosa iniziativa di tradurre in limba i toponimi di molti comuni sardi nel portale di Google Maps. Una novità che ha suscitato reazioni contrastanti, tra chi l’ha vista come una dimostrazione dell’orgoglio della sardità e chi invece la addita come dannosa per il turismo. Tra questi ultimi c’è il consigliere delegato al Turismo del Comune Pierangelo Fae, che si scaglia decisamente contro gli ignoti «buontemponi» poiché a suo parere il cambio del toponimo dalla lingua italiana a quella sarda è una vera iattura. «Tradurre arbitrariamente il nome delle città in limba senza affiancare il nome in italiano - dice il consigliere Fae - crea un gravissimo danno di immagine alla Sardegna. Uno straniero che cerca su Google, il portale più utilizzato al mondo, il nome di un comune, resta disorientato di fronte. Come può fare una prenotazione on-line o cercare un sito web se non sa esattamente come si chiama il luogo che vorrebbe visitare? Senza contare - prosegue - che molti toponimi sono trascritti in modo errato e totalmente avulso dall’originale. Non è il caso di Ozieri, che viene correttamente tradotto in Otieri, ma leggere Tatari o S’Alighera, per esempio, fa sorridere. Sarebbe il caso che Google intervenisse, e in fretta - aggiunge - perché il mantenimento di quelle diciture non può che provocare danni all’immagine e al turismo della Sardegna». (b.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes