La Nuova Sardegna

Sassari

Sassari e Alghero: si vota per i sindaci

di Giovanni Bua

Oggi seggi aperti dalle 7 alle 23: alle urne anche Castelsardo, Sorso e Illorai. Tutte le istruzioni per non invalidare la scheda

25 maggio 2014
3 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Il grande giorno è arrivato. Oggi, dalle 7 alle 23, si voterà per il rinnovo del consiglio comunale e l’elezione del sindaco in cinque comuni della provincia. A iniziare chiaramente dal capoluogo Sassari, proseguendo con Alghero, Sorso, Castelsardo e Illorai .

Si vota su una sola scheda (l’altra sarà per le Europee) sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

Sei i candidati in lizza per il ruolo di primo cittadino sia a Sassari che Alghero. In entrambi i comuni se uno di loro riuscirà a superare il 50 per cento più uno dei voti sarà eletto al primo turno. Altrimenti andrà al ballottaggio con il secondo più votato dopo 15 giorni. Negli altri tre comuni al voto invece la partita si deciderà al primo turno. E a Illorai il risultatosi saprà già da stasera. Il candidato infatti è uno solo e quindi per essere eletto avrà necessità che si rechi a votare il 50 per cento più uno degli aventi diritto. In caso contrario il voto non sarà valido e il comune sarà retto da un commissario.

Due invece i candidati in campo sia a Sorso che a Castelsardo.

Alcune le novità, grafiche e sostanziali presenti in questa tornata elettorale, che aumentano molto il rischio delle contestazioni.

Grafica infelice. Primo problema: una grafica infelice. Che restringe nella scheda lo spazio riservato al candidato sindaco. È molto importante dunque, quando si mette la “X” sul nome del sindaco prescelto, non “sforare” prendendo anche le liste sotto di lui. È attesa comunque una circolare esplicativa del Viminale che dica ai presidenti di seggio come comportarsi in caso di voto non preciso. Il rischio è che, nei comuni sopra i 15mila abitanti (quindi Sassari e Alghero) l’intenzione di voto dell’elettore sia difficile da capire, aprendo la strada a infinite contestazioni, che già nelle passate Regionali sono costate settimane di incertezza prima della definitiva nomina degli eletti.

Doppia preferenza. Altra novità che rischia di complicare non poco lo spoglio è quella della preferenza di genere. Da questa tornata è infatti possibile esprimere due preferenze e non una in tutti e cinque i comuni al voto. Due le cose da ricordarsi però: le due preferenze devono essere nella stessa lista e devono essere un uomo e una donna. In caso di due uomini o due donne la seconda preferenza verrà annullata.

I modi di votare. Ecco infine tutti i modi in cui è consentito votare. A Sassari e Alghero si può votare solo il sindaco (facendo attenzione alla croce, da non fare troppo grande). Si può invece votare solo la lista (con eventuali preferenze) e il voto andrà automaticamente anche al sindaco ad essa collegato. E si può infine decidere per il voto disgiunto: si vota una lista (con eventuali preferenze) e poi si dà il voto al sindaco collegato ad un altro schieramento.

A Sorso e Castelsardo per scegliere il candidato alla carica di sindaco basta tracciare un segno sul simbolo della lista che lo sostiene. Si può esprimere la doppia preferenza scrivendo il cognome del candidato alla carica di consigliere, appartenente alla lista collegata al sindaco votato. Non si può esprimere un «voto disgiunto» (cioè votare un sindaco ed esprimere la preferenza per un candidato consigliere di una lista diversa, in questo caso il voto è nullo). Se si esprimono due preferenze, si deve fare riferimento a candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

In Primo Piano
L’incidente

Salta una valvola dell’alta pressione, paura a Perdasdefogu per un operaio

di Lamberto Cugudda

Video

Daniela Falconi sindaca di Fonni è la nuova presidente dell'Anci Sardegna

Le nostre iniziative