La Nuova Sardegna

Sassari

Caos sul pullman Arst, cinque studenti denunciati

Caos sul pullman Arst, cinque studenti denunciati

Cagliari, devono rispondere di interruzione di pubblico servizio

29 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Dopo aver creato scompiglio e reso quasi impossibile ai passeggeri di un pullman dell'Arst di proseguire tranquillamente la corsa, con spintoni, urla e fischi, avevano anche danneggiato il mezzo pubblico rompendo un sedile e obbligando il conducente a fermare la corsa, accumulando un ritardo di un'ora e mezza. I carabinieri della Stazione di Capoterra sono riusciti ad identificare i responsabili del fatto avvenuto il 3 dicembre scorso. Denunciati per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio quattro studenti di Capoterra di 20, 19, 18 (il ragazzo all'epoca dei fatti era minorenne) e 16 anni e un 17enne di Gonnesa. I cinque sono stati inchiodati dal sistema di videosorveglianza montato a bordo dei pullman Arst. Gli studenti avrebbero urlato e fischiato mentre si trovavano a bordo del mezzo pubblico, infastidendo gli altri passeggeri. Rimproverati dal conducente lo avevano aggredito verbalmente e poi avevano distrutto uno dei sedili del pullman. L'autista fu costretto a chiamare il 112 e arrestare la corsa, accumulando un ritardo di circa un'ora e mezza. Alcuni dei giovani denunciati sarebbero responsabili anche di un altro episodio legato in quel caso al consumo di stupefacenti a bordo del mezzo pubblico avvenuto il 25 ottobre dello stesso anno. In quella occasione furono sorpresi dai carabinieri in borghese che si trovavano sul pullman dopo aver ricevuto le segnalazioni da parte della stessa Arst sui problemi creati dalla banda di teppisti a bordo dei mezzi che percorrevano il tragitto Capoterra-Pula.

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative