La Nuova Sardegna

Sassari

ENOLOGIA

L’arvisionadu spopola al Premio Gallura

L’arvisionadu spopola al Premio Gallura

Tanti riconoscimenti a Loiri Porto San Paolo per i vini bianchi del Goceano e del Logudoro

29 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





OZIERI. Tanti premi per i vini del Logudoro e del Goceano nella recente manifestazione enologica Premio Gallura svoltasi a Loiri promossa dall’associazione Enoturismo in Sardegna di Giuliano Lenzini. Il Goceano ha ribadito la sua vocazione alla produzione di vini di qualità, in particolare nei vini originati da vitigni bianchi come il Vermentino e l’Arvisionadu, ma anche nei vini rossi da vitigni internazionali. L'Arvisionadu prodotto dalla omonima confraternita di Benetutti, primo negli autoctoni, ha convinto la commissione formata da sommeliers e enologi come prodotto che identifica un territorio e che potrebbe essere valorizzato con un inserimento nel mercato ufficiale. Nei bianchi dei piccoli produttori , Tonino Sini e Amedeo Cidali sempre di Benetutti si sono classificati al primo e al secondo posto, mentre Tonino Farina di Bono è arrivato terzo nei grandi produttori vini rossi. Soddisfazione, come detto, anche per il Logudoro che ha espresso il miglior vino bianco nella categoria grandi produttori con Giovanni Raga di Bonnanaro e ha visto in evidenza Marcello Scottu di Nughedu San Nicolò nei rosati e, nei rossi, la menzione per Pinuccio Saba e la vigna Salis e Seu di Ozieri. (b.m.)

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative