La Nuova Sardegna

Sassari

Fidas-Avas

Giro della Sardegna in bici per siglare il gemellaggio

OZIERI. Un originale gemellaggio sulle due ruote partirà domani da Ozieri per iniziativa della sezione Fidas della città logudorese e della Fidas-Avas della cittadina piemontese di Mondovì. Cinque...

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OZIERI. Un originale gemellaggio sulle due ruote partirà domani da Ozieri per iniziativa della sezione Fidas della città logudorese e della Fidas-Avas della cittadina piemontese di Mondovì. Cinque ciclisti provenienti dalla città monregalese partiranno oggi da Genova alla volta della Sardegna e domani intorno alle 11 saranno a Ozieri per incontrare direttivo e soci della Fidas locale e scambiarsi saluti e doni e un attestato speciale di amicizia che suggellerà la loro comunione di intenti. Il “Giro della Sardegna” proseguirà per Bosa, Gavoi, Dorgali, Olbia, Arzachena, Palau e mercoledì 4 i cinque ciclisti torneranno a Porto Torres, attraverso Santa Teresa, da dove si imbarcheranno per rientrare nella penisola. Un tour faticoso, senza dubbio, ma reso più leggero da frequenti soste nelle quali i ciclisti incontreranno le sezioni Fidas di tutto il centro nord Sardegna.

«L’idea - spiegano i promotori - nasce con l’intento di rinsaldare le affinità tra Piemonte e Sardegna che da anni hanno un rapporto diretto legato alle necessità di sangue e di emoderivati. Oltre a questo, l’Avas-Fidas di Mondovì avrà piacere di stringere un patto di amicizia con la Fidas Ozieri che in territorio sardo condivide gli stessi ideali della federata piemontese. Per questo motivo, un gruppo di ciclisti monregalesi partirà da Mondovì e raggiungerà Ozieri in bicicletta.

Qui verrà consegnato un attestato di amicizia e il gruppo proseguirà poi per le strade sarde attraverso i più bei luoghi montani e marittimi dell’isola promuovendo così la donazione del sangue in tutto il territorio». Info e immagini sulla pagina Facebook “Avas Ama lo Sport”. (b.m.)

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative