La Nuova Sardegna

Sassari

Piazza Bande, ok al progetto definitivo

Piazza Bande, ok al progetto definitivo

Presto il via ai lavori bloccati per 22 anni da un contenzioso tra Comune e imprese

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Via libera al progetto definitivo per le opere di urbanizzazione nelle vie Ortobene e Gennargentu. Con il Comune che lo scorso novembre aveva festeggiato per la favorevole sentenza del Tar, attesa per 22 anni, che lo vedeva contrapposto alla Consapi srl e la Edilizia Residence. E ora licenzia con una delibera degli scorsi giorni l’ultimo atto necessario per dare il via ai lavori da 400mila euro, quasi tutti finanziati dalla vittoria al tribunale amministrativo.

Un contenzioso legato al mancato passaggio della proprietà delle aree necessarie per realizzare le opere di urbanizzazione nella lottizzazione (mai realizzate dalle due società, che avevano, secondo la convenzione firmata con il Comune, il compito di eseguire il lavori entro il 2001) e che di fatto aveva bloccato la costruzione di marciapiedi, posteggi, illuminazione nelle due strade del quartiere di Sant’Orsola.

Una faccenda lunga e spinosa, con il Comune che, attendendo l’esito del ricorso presentato nel 2005, aveva già iniziato a darsi da fare. Con l’allora assessore ai lavori pubblici Salvatore Demontis che era riuscito ad incassare la polizza fidejussoria stipulata dalle due società all’atto della firma della convenzione: 350mila euro con il quale finanziare parte delle opere. Poi, era partita la procedura espropriativa delle aree, che infine la sentenza del Tar di novembre 2013 aveva consegnato alla giunta.

Da lì l’approvazione in giunta del progetto preliminare per le opere e, nei giorni scorsi, del progetto definitivo.

Le opere riguarderanno in particolare la sistemazione dell’area circoscritta dai lotti edificati prospicenti le vie Sette Fratelli, Gennargentu e Ortobene, e l’area denominata piazza Francesco Bande, lo slargo nella parte finale di via Ortobene.

Verranno inoltre realizzate aree verdi, ampie aree pedonali e un’area adibita a parco giochi per bambini, dotata anche di giochi accessibili ai disabili, oltre che di un’area da destinare a posteggio di servizio dell’area S3 in progetto.

Nell’area giochi, per la gioia dei tantissimi bambini che abitano nella zona, troveranno spazio un gioco multilivello e una palestra per l’arrampicata, oltre che le sempreverdi altalene e un asinello a molle.

Una vera boccata di ossigeno per i residenti della lottizzazione, che non sono gli unici in città a sperimentare un assenza lunga anni di illuminazione, marciapiedi, posteggi.

Le convenzioni firmate negli scorsi decenni purtroppo infatti esponevano l’amministrazione comunale a problemi e contenziosi simili a quello che ha bloccato per 22 anni i lavori di urbanizzazione nella zona. E si cono altre situazioni simili in città. Situazioni che, con le nuove convenzioni in uso, non si potranno più ripetere, ma che ancora devono essere sanate del tutto. (g.bua)

Lavoro

Sassari, il Comune assume 72 persone

Le nostre iniziative