La Nuova Sardegna

Sassari

Manconi: «Servizi inadeguati nei centri di accoglienza»

SASSARI. Una lettera al prefetto di Sassari per sottolineare le condizioni in cui versano alcuni centri di accoglienza per migranti nel territorio di Sassari, con l’invito a provvedere alla soluzione...

17 giugno 2016
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Una lettera al prefetto di Sassari per sottolineare le condizioni in cui versano alcuni centri di accoglienza per migranti nel territorio di Sassari, con l’invito a provvedere alla soluzione dei problemi più volte evidenziati o - altrimenti - «a fare cessare un servizio così malamente fornito».

Il senatore Luigi Manconi è tornato ieri su un problema che aveva evidenziato alcuni mesi fa, specie dopo la visita ad alcuni centri di accoglienza per richiedenti asilo nell’ambito dell’indagine conoscitiva che la Commissione straordinaria per la Tutela dei diritti umani del Senato (da lui presieduta) ha svolto in tutta Italia.

A distanza di mesi da quella visita e dalle segnalazioni circa «le gravissime carenze riscontrate in particolare nel centro di Peddra Niedda, gestito dalla 4 esse s.r.l.», quasi niente sembra essere cambiato.

Il senatore Manconi ha fatto riferimento a una lettera del 15 febraio del prefetto di Sassari, con la quale erano stati annunciati diversi sopralluoghi da parte dei funzionari della Prefettura: «L'ente gestore avrebbe dovuto provvedere in tempi brevi - venti giorni - ad alcuni interventi relativi al miglioramento di determinati servizi (medicheria, lavanderia e pulizia) e ad un più generale adeguamento ai normali standard di accoglienza previsti per questi centri»

Ma ieri Luigi Manconi ha detto di avere ricevuto «numerose, convergenti e circostanziate informazioni sul fatto che persistono tuttora diverse e pesanti criticità sia da un punto di vista strutturale che in relazione ai servizi che l'ente gestore dovrebbe assicurare agli ospiti».

Da qui la conseguente richiesta al prefetto Pietro Giardina - nel giorno in cui un altro gruppo di migranti è stato assegnato a strutture del territorio del Sassarese - «qualora fossero confermate l'inadeguatezza delle condizioni in cui versa la struttura e dei servizi di accoglienza forniti ai richiedenti asilo ospitati, di un intervento per provvedere a far cessare un servizio così malamente fornito».

Non è escluso che - in assenza degli interventi richiesti - vengano adottate ulteriori iniziative, proprio sulla base delle ultime informazioni relative alla situazione attuale dei centri di accoglienza del territorio del Sassarese.

In Primo Piano
Allarme sicurezza

Sassari, panico a San Donato: nigeriano spara in aria con una pistola

Video

Europeade del folklore, Alessandra Todde: «Nuoro al centro della cultura europea»

Le nostre iniziative