Schianto mortale sulla Sassari-Alghero, il militare davanti al giudice

Emanuele Secci è stato dimesso dell'ospedale ed è tornato a casa ai domiciliari. Oggi l'interrogatorio per la convalida dell'arresto

SASSARI. È tornato nella sua casa di Olmedo ieri pomeriggio Emanuele Secci, il caporal maggiore dell'esercito che giovedì dopo pranzo - sulla quattro corsie per Alghero - ha travolto e ucciso con la sua Renault Scenic Monica Rita Azzu, di 48 anni, e Luisa Mulargia, di 72.

Il militare è stato dimesso alle 15.30 dal reparto di Medica d'Urgenza dell’ospedale civile di Sassari dov’era piantonato dagli agenti della polizia stradale e ha ottenuto gli arresti domiciliari. Stamattina, accompagnato dai suoi difensori gli avvocati Edoardo Morette e Andrea Delias, l’uomo di 36 anni comparirà in tribunale davanti al giudice delle indagini preliminari Antonello Spanu per la convalida dell’arresto.

Stamattina nell’istituto di patologia forense di Rizzeddu saranno eseguite le autopsie sui corpi delle due vittime e domani pomeriggio alle 16 nella chiesa di Santa Maria di Betlem di Sassari saranno celebrati i funerali.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes