Ploaghe, il centro di aggregazione intitolato a Don Usai

PLOAGHE. Una vera e propria folla ha partecipato, domenica mattina, alla cerimonia di intitolazione del centro di aggregazione sociale di Ploaghe a monsignor Quirico Usai. Una cerimonia iniziata alle...

PLOAGHE. Una vera e propria folla ha partecipato, domenica mattina, alla cerimonia di intitolazione del centro di aggregazione sociale di Ploaghe a monsignor Quirico Usai. Una cerimonia iniziata alle 11 del mattino con la messa officiata dal vescovo di Sassari monsignor Paolo Atzei. Al termine della funzione religiosa un corteo costituito dall’amministrazione comunale, diverse autorità e tantissimi cittadini che hanno voluto ricordare il parroco nato a Muros, si è recato presso la sede del centro sociale in via Pietro Salis, accompagnato dalla banda musicale di Ploaghe. All’arrivo nell’ingresso del cortile dell’edificio “Su Coro de Piaghe” ha accolto il corteo con un’esibizione canora che ha suscitato grande emozione. Il sindaco Carlo Sotgiu ha quindi ricordato la figura del parroco «un uomo estremamente buono e sensibile, sempre vicino agli ultimi, agli indifesi e ai sofferenti - ha detto - con la grande capacità di comprendere quali fossero le famiglie e le persone che avevano reale bisogno di supporto, nonostante spesso queste persone non chiedessero aiuto, per dignità o per timore». Oltre al sindaco hanno ricordato la figura del sacerdote che ha servito Ploaghe dal 1986 al 2007 anche il vescovo Paolo Atzei ed il sindaco di Ossi Giovanni Serra che ha ricordato di aver avuto la possibilità di conoscere ed apprezzare don Usai quando era giovane parroco di Ossi. Molto toccante è stato, per i presenti, il momento in cui è stata svelata la targa dal sindaco Sotgiu, con l’ausilio di Antonio Usai, fratello del parroco. Per gli amministratori aver intitolato il centro di aggregazione sociale ad un personaggio come don Usai «è un fatto importante, che, in uno stato orgogliosamente laico, premia l’uomo e non il parroco».

Mauro Tedde

WsStaticBoxes WsStaticBoxes