sassari
cronaca

Manca il regolamento, barracelli a mezzo servizio

Il documento operativo è al vaglio del sindaco e della giunta da sei mesi La polizia rurale non può più svolgere i compiti che effettuava lo scorso anno


17 novembre 2019 di Gavino Masia


PORTO TORRES. La compagnia barracellare, al comando di Valentina Magnani, effettua giornalmente i controlli nelle aree dell’agro cittadino e svolge soprattutto attività di prevenzione dell'abigeato e sull’abbandono di rifiuti da parte dei nemici della raccolta differenziata. Nonostante non sia stata ancora sottoscritta la convenzione con l’amministrazione comunale - che ha comunque a disposizione la copia del Regolamento già dallo scorso luglio - la compagnia barracellare svolge ogni giorno anche attività di controllo dei parchi e vengono fatte le opportune segnalazioni al Comune. Tra i quali, ad esempio, la mancanza di cestini portarifiuti, che in seguito alla segnalazione sono stati posizionati laddove era necessario. I barracelli hanno multato di 600 euro persone per violazioni relative al conferimento dei rifiuti in zona Funtana di Cherchi e rio Manno, dove sono stati smaltiti nel fiume bustoni contenenti - tra l’altro - dei documenti da cui è stato possibile risalire all’autore della violazione. L’attività dei barracelli è però monca perché mancano degli interventi che, negli anni scorsi, venivano invece effettuati. Sono infatti in attesa da tanto tempo dell’approvazione sia del regolamento sia della convenzione per poter svolgere servizi importanti a favore della collettività. Dal servizio davanti alle scuole cittadine, per garantire la sicurezza dei bambini che entrano ed escono dalle lezioni. All’apertura e chiusura dei parchi comunali, sollecitata con diverse segnalazioni in consiglio, così da evitare l’incursione di vandali e sbandati in aree dedicate esclusivamente al divertimento dei bimbi e alla passeggiate salutari della gente. «Gli uffici del comando di piazza Walter Frau hanno già predisposto la bozza del nuovo regolamento della compagnia barracellare – ha detto in commissione Lavoro la comandante della polizia locale, Maria Caterina Onida – ed è stata trasmessa all’attenzione del sindaco nel mese di luglio 2019: siamo in attesa di alcune precisazioni da parte dell’amministrazione comunale, in modo che l’atto amministrativo possa passare al vaglio della commissione consiliare e poi all’approvazione del consiglio comunale». Solo dopo l’approvazione del regolamento, infatti, sarà possibile passare alla tanto attesa firma delle convenzioni.

Intanto la compagnia barracellare ha messo in sicurezza una grossa buca profonda circa due metri in una strada agricola in località Ponte Pizzinnu. Un punto molto pericoloso dove era caduto un bimbo che, fortunatamente, è rimasto illeso dopo l’impatto.

È stato un cittadino a segnalare la criticità ai barracelli, mentre effettuavano un servizio di perlustrazione in tema ambientale nell’agro, che si sono recati immediatamente sul luogo e hanno provveduto a mettere in sicurezza tutta la zona.



Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.