L’ex bocciodromo resta un cumulo di rifiuti

Zirulia: a breve il bando per la concessione dei locali. La struttura ospiterà un centro giovanile

PORTO TORRES. Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale aveva inserito l’ex bocciodromo comunale nel piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari – prevedendo come futura utilizzazione un centro giovanile – ma ancora non c’è stato nessuno intervento per rimuovere i tanti rifiuti presenti all’interno dei locali. Il mancato intervento da parte del Comune è stato infatti oggetto di segnalazione, venerdì scorso, da parte del consigliere sardista Davide Tellini: «Per bonificare il locale l’amministrazione comunale aveva previsto di spendere 15mila euro – ha detto – e di identificare gli autori dell’abbandono dei rifiuti».

La struttura era stata costruita anni fa per valorizzare lo sport delle bocce, disciplina molto seguita in città, ma da quando è tornata a completa disposizione dell’amministrazione nessuno ha ancora provveduto alla bonifica. «Dopo aver provveduto allo sgombero degli occupanti – ha risposto il vice sindaco Marcello Zirulia – abbiamo trovato molto materiale abbandonato. La stima degli uffici per ripulire tutti gli ambienti indicava una somma di 15mila euro, secondo me eccessiva, ma poi la procedura si è fermata». L’esecutivo pentastellato ha allora pubblicato una manifestazione d’interesse per la gestione dell’ex bocciodromo, alla quale hanno partecipato due associazioni. «Sulla base degli elementi raccolti con la manifestazione d’interesse – ha aggiunto Zirulia – l’amministrazione procederà a breve con la predisposizione di un bando per la concessione pluriennale della struttura: chi vincerà il bando dovrà anche provvedere alla rimozione dei rifiuti». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes