Per Tolo Tolo di Zalone il Citiplex raddoppia

La Moderno Srl ha deciso di proiettare il film anche nella sala del Teatro Verdi La pellicola sarà in cartellone dal 1° gennaio e si annuncia l’ennesimo successo

SASSARI. I suoi precedenti film sono nella classifica dei maggiori incassi italiani di sempre. Dopo “Cado dalle nubi”, “Che bella giornata”, “Sole a catinelle” e “Quo Vado?” Checco Zalone ci riprova con un nuovo lungometraggio di cui, per prima volta, non è soltanto autore e attore ma anche regista. “Tolo Tolo”, in sala dal 1° gennaio con una distribuzione a tappeto in tutta Italia di ben 1200 copie, si preannuncia come un altro grande successo al botteghino. In occasione dell’attesissima uscita si amplia l’offerta cinematografica a Sassari con l’iniziativa della Moderno Srl di proiettare il film al Teatro Verdi. Per tutto il periodo di programmazione lo storico teatro di via Politeama sarà la quinta sala del cinema di Viale Umberto, il Cityplex Moderno, con una capienza di 500 posti e diversi spettacoli quotidiani. I biglietti sono già disponibili in prevendita alla biglietteria del Cityplex, sul sito cityplexmoderno.it e tramite la app del Moderno. Da domani sarà inoltre attiva la biglietteria presso il Teatro. Con “Tolo Tolo”, scritto insieme a Paolo Virzì, Zalone affronta a modo suo il tema dell’immigrazione. Non compreso da madrepatria Checco trova accoglienza in Africa, ma una guerra lo costringerà a far ritorno percorrendo la tortuosa rotta dei migranti. Questa la semplice sinossi ufficiale del film che rappresenta la nuova scommessa del comico pugliese, lanciato a livello nazionale dal programma televisivo Zelig ormai quindici anni fa. Da quel momento in poi Luca Pasquale Medici, questo il vero nome di Checco Zalone (che deriva da un’espressione del dialetto barese, “che cozzalone!”, dal significato “che tamarro!”) non si è più fermato. Nel 2009 l’esordio al cinema con il suo primo film intitolato “Cado dalle nubi”, per la regia di Gennaro Nunziante. Un buon successo che diventa straordinario con i lungometraggi successivi: “Che bella giornata”, “Sole a catinelle” e “Quo Vado?” sono tra i primi cinque incassi della storia in Italia. Rispettivamente al quinto, al terzo e al secondo posto (il primo e il quarto sono occupati dai kolossal di James Cameron “Avatar” e “Titanic”). Con una grande sala in più, pronta ad accogliere il ritorno al cinema di Zalone quattro anni dopo il suo precedente film, l’offerta cinematografica a Sassari si presenta quindi ancora più ricca grazie alla collaborazione tra Cityplex Moderno e Associazione Teatro&Musica. Un modo per il Moderno anche di festeggiare il recente riconoscimento del Biglietto d’oro assegnato “Per aver conseguito il maggior numero di spettatori nella stagione 2018-2019 in una multisala da uno a quattro schermi in un comune da 50mila a 200mila abitanti”. Frutto di un incremento delle presenze che testimonia di una rinnovata voglia di cinema dei sassaresi.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes