Prodotti vegetali cinesi bloccati da Dogana e Finanza ad Alghero

SASSARI. Quindici chili di prodotti di origine vegetale, alcuni dei quali privi di confezione e di etichetta, altri con targhetta che riportava scritte in lingua cinese (in ogni caso tutti sprovvisti...

SASSARI. Quindici chili di prodotti di origine vegetale, alcuni dei quali privi di confezione e di etichetta, altri con targhetta che riportava scritte in lingua cinese (in ogni caso tutti sprovvisti di certificazione sanitaria che ne attesti la specie e l’origine) sono stati sequestrati dai funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (Adm) di Sassari, in servizio presso la Sezione operativa territoriale dell’Aeroporto “Riviera del Corallo” di Alghero, in collaborazione con i militari della Guardia di finanza della compagnia di Alghero.

L’operazione rientra nelle attività promosse per contrastare i traffici illeciti. I due colli contenevano prodotti di origine vegetale, alcuni dei quali privi di confezione e di etichetta e sono stati rinvenuti nel bagaglio registrato, al seguito di un passeggero di nazionalità cinese, proveniente dalla Repubblica popolare cinese via Roma Fiumicino.

L’attività segue i recenti sequestri di natura sanitaria e valutaria svolti lo scorso mese, sempre presso l’Aeroporto di Alghero-Fertilia a cittadini di nazionalità cinese, e si inquadra in più ampio e costante dispositivo di prevenzione posto in essere da Agenzia Dogane e Monopoli e Guardia di finanza presso gli spazi doganali. IL servizio è stato rafforzato nei confronti dei passeggeri e delle merci in arrivo nello scalo sardo, anche alla luce delle recenti disposizioni relative alla diffusione del “coronavirus”.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes