Radicale rivisitazione della sede del seminario

A breve partiranno i lavori per il recupero di chiese e locali per attività pastorali Previsto anche un intervento di restauro per la Cattedrale e il museo di Arte Sacra

OZIERI. Prosegue il progetto di recupero delle chiese e dei locali adibiti alle attività pastorali nella diocesi di Ozieri, dove sono in corso o stanno per prendere il via numerosi cantieri, finanziati in parte dalla Cei con l’otto per mille e in parte dalle istituzioni pubbliche.

Si tratta di due tipologie di intervento: le opere di restauro delle chiese, coordinate dai Beni culturali, e i lavori di ristrutturazione dei locali dove si svolgono attività catechistiche o di animazione parrocchiale, curati invece dall’ufficio Edilizia di Culto.

Le opere sono tante, a cominciare da quelle previste a Ozieri, sede diocesana, dove entro l’anno inizieranno i lavori nel seminario di via Monserrato, che necessita di una radicale ristrutturazione e rivisitazione degli spazi e degli impianti. Dopo i lavori, il seminario potrà ospitare, oltre ai seminaristi, la sede degli uffici di Curia e alloggi per i sacerdoti. Un intervento di ampio respiro, del valore di oltre un milione di euro, che come spiega il responsabile dell’ufficio Edilizia di Culto della diocesi don Gianfranco Pala, parroco di Pattada, «assorbirà per quasi un biennio tutte le risorse messe a disposizione dalla Cei con fondi 8xmille per la nostra diocesi (che interviene per il 70 per cento, ndc.). Si tratta – aggiunge il sacerdote – del primo progetto di questo genere portato avanti in Sardegna».

Sempre a Ozieri, dice ancora don Pala, «è in itinere anche un intervento di restauro nella nostra Cattedrale, e sta per prendere il via un progetto di valorizzazione del Museo di Arte Sacra per rilanciare il suo ruolo di vetrina delle grandi potenzialità culturali e storiche del territorio, con uno specifico programma rivolto alle scuole e alle istituzioni culturali». Altri interventi previsti sono il restauro del salone sotto la Casa del Fanciullo, la messa in sicurezza e il recupero della chiesetta di Santo Stefano (attigua a villa Pietri) e lavori nelle piccole chiese di San Nicola e San Sebastiano (da anni inagibile) - che saranno appaltati a breve - e, sempre con il Cento Chiese, anche nella chiesetta antica del Carmelo. Con il Cento Chiese, cofinanziato dalla Regione e dalla Cei per il cinquanta per cento ciascuna, si interverrà nelle parrocchiali di Nughedu San Nicolò, Monti e Oschiri (dove sono previsti lavori anche nelle chiese di santa Croce e santo Stefano), nell’oratorio del Rosario a Berchidda. Nei prossimi anni, infine, si realizzerà, in collaborazione con il Comune di Olbia un centro di ministero pastorale nella parrocchia di Berchiddeddu. Tanti i cantieri al via anche nel Goceano, dal centro pastorale di Alà dei Sardi a varie chiese a Benetutti, Anela, Bultei, e nella chiesa di San Quirico a Buddusò.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes