Arriva abusivamente da Lodi e fugge in barca da Stintino: bloccato a Castelsardo

Denunciato dalla Finanza un "turista". Farà la quarantena sulla sua imbarcazione

SASSARI. Dalla zona rossa alle coste del nord Sardegna incurante dei divieti e dei pericoli, ha tentato di raggiungere in barca Santa Teresa di Gallura dopo essere partito da Stintino e aver fatto tappa con la sua imbarcazione nel porto di Castelsardo.

A sorprendere l'uomo proveniente dalla zona di Lodi - una delle più colpite dal Coronavirus - sono stati i finanzieri del reparto operativo navale di Cagliari impegnati da giorni nella perlustrazione delle coste dell’isola per monitorare arrivi e transiti nei porti.

Sbarcato in Sardegna qualche giorno prima delle restrizioni straordinarie imposte dal governo, il “turista” aveva raggiunto la propria imbarcazione, ormeggiata nel porto di Stintino, e in navigazione era arrivato sino a Castelsardo ma con l'intenzione di proseguire sino a Santa Teresa di Gallura.

Gli uomini delle Fiamme Gialle lo hanno segnalato al competente ufficio di Sanità marittima, aerea e di frontiera. Dopo la denuncia penale gli è stato imposto l'immediato isolamento fiduciario sulla sua barca, senza la possibilità di spostamento o contatto con alcuno, se non per necessità indispensabili.

L'intervento rientra nel piano di intensificazione dei controlli e del presidio del territorio costiero che la guardia di finanza regionale e provinciale ha disposto in ossequio alle più stringenti e attuali misure adottate per contenere la diffusione del contagio da Covid-19.

Appartengono a questa strategia i servizi attivati lungo la tratta Bonifacio - Santa Teresa di Gallura, dove sono interrotti i servizi di trasporto dei passeggeri e delle merci e si teme un possibile traffico marittimo non controllato, pericoloso e non autorizzato.

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 sul territorio italiano, sono state emanate dal Governo nonché dalla Regione Autonoma della Sardegna specifiche disposizioni di legge, a seguito delle quali sono stati avviati mirati controlli di polizia lungo tutte le linee di comunicazione e le grandi infrastrutture del sistema del trasporto, porti ed aeroporti in primis.

I reparti navali della Guardia di Finanza presenti in Sardegna, sotto la direzione del Reparto operativo aeronavale di Cagliari, hanno rafforzato la presenza in mare proprio per intercettare gli spostamenti non ricadenti nelle casistiche di inderogabile necessità, al momento consentite. I controlli sono stati ancor più intensificati, con la riduzione dei servizi di trasporto marittimo e aereo da e per la Sardegna, disposta alcuni giorni fa per limitare il contagio.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes