Pulizia delle spiagge, si comincia da Maria Pia

L’incertezza e l’emergenza non frenano la programmazione. Montis: «Vogliamo farci trovare pronti»

ALGHERO. L’incertezza e il clima di emergenza non fermano la programmazione. Ieri sono partite le prime operazioni di messa in sicurezza delle spiagge a cura degli operatori del settore Ambiente del Comune.

Nei pressi della spiaggia di Maria Pia son stati rimossi alcuni grossi blocchi di cemento, residui di costruzioni demolite anni fa e che ogni anno arrecavano non pochi problemi alla sicurezza dei fruitori del litorale anche a causa di alcune sporgenze in ferro.

Dalla giornata di giovedì gli operai della ditta incaricata effettueranno, partendo dalla spiaggia di Maria Pia, una pulizia manuale dai rifiuti antropici a cui seguiranno i passaggi con il mezzo meccanico puliscispiaggia.

La settimana successiva sarà il momento del tratto di litorale compreso tra il Camping Mariposa e San Giovanni, dove si procederà ad asportare la posidonia spiaggiata, a livellare i tratti interessati di accumuli invernali di sabbia e a perfezionare il lavoro con i mezzi.

Seguiranno interventi in tutte le spiagge ricomprese nel comune di Alghero e parallelamente, cosi come avvenuto l'anno passato, ci si occuperà anche di quelle spiagge che - pur non essendo classificate come urbane - vengono normalmente fruite da tanti residenti (è il caso di Calabona, Las Tronas e Solaio).

«L'auspicio è che si possa presto tornare a frequentare i nostri splendidi arenili e per questo vogliamo farci trovare pronti», ha detto l’assessore all’Ambiente Andrea Montis.

Sul fronte delle concessioni demaniali, è all'attenzione dell’assessora Giovanna Caria e del settore Demanio la proposta degli imprenditori balneari, che hanno manifestato l’esigenza di eseguire i lavori di sistemazione e pulizia degli stabilimenti al fine di poter gradualmente riprendere e recuperare l'inattività dovuta all'emergenza Covid 19.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes