Cade dalla scogliera davanti all’amico

Salvatore Doro, 49 anni, è morto dopo essere scivolato a Lampianu da 15 metri

SASSARI. È finita in tragedia ieri pomeriggio l’escursione di due amici sassaresi nella zona del Villaggio Nurra, lungo il sentiero costiero e mozzafiato che porta a Punta Farena.

Pochi minuti dopo le 16 uno dei due escursionisti, Salvatore Doro, sassarese di 49 anni, impiegato a Sassari in una ditta di trasporti, ha perso l’equilibrio ed è precipitato dalla scogliera che costeggia la spiaggia di Rena Majore in località Lampianu, in comune di Sassari. L’uomo è caduto da un’altezza di oltre 15 metri, andando a schiantarsi sulle rocce sottostanti.

È stato l’amico che era con lui a dare immediatamente l’allarme chiamando i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione di Palmadula, insieme ai vigili del fuoco di Sassari e a un’equipe del 118 a bordo dell’elisoccorso alzatosi in volo dalla base di Alghero e arrivato in pochi minuti.

Per oltre trenta minuti i soccorritori hanno praticato le manovre di rianimazione nel tentativo di far ripartire il cuore dello sfortunato escursionista, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Dopo aver sentito il racconto dell’amico della vittima (entrambi erano escursionisti esperti e conoscevano molto bene la zona) i carabinieri, guidati dal maresciallo Alessandro Reina, hanno avvisato dell’accaduto il magistrato di turno, il sostituto procuratore Maurizio Musco.

Sul posto è arrivato da Sassari anche il medico legale Salvatore Lorenzoni che ha eseguito una ricognizione esterna del cadavere. A Lampianu poco dopo è arrivato anche un fratello della vittima per il riconoscimento del cadavere. A tarda sera il corpo di Salvatore Doro è stato restituito alla famiglia. (l.f.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes