Vittima del virus, la figlia denuncia: si faccia chiarezza

Si è aggiunto l’esposto della figlia di un’ospite della Rsa San Nicola di Sassari – una delle numerose vittimedel Covid-19 tra i degenti – alle decine già presentate i giorni scorsi in Procura dai...

Si è aggiunto l’esposto della figlia di un’ospite della Rsa San Nicola di Sassari – una
delle numerose vittime


del Covid-19 tra i degenti – alle decine già presentate i giorni scorsi in Procura dai parenti dei pazienti deceduti i mesi scorsi a causa del coronavirus.

La donna si era battuta con ogni mezzo, anche attraverso

i media, per dare voce a tutti
gli anziani dell’Isola ricoverati nelle case di riposo, al fine


di sollecitare le autorità competenti all’adozione di necessarie misure di tutela degli operatori e dei pazienti.

Ieri mattina col supporto di Studio3A-Valore, la donna ha presentato un esposto presso la stazione dei carabinieri di Sassari per chiedere se sia stato fatto tutto il possibile per evitare che la madre venisse a contatto con il virus all’interno della struttura di Piandanna.

La vicenda della mamma di S. R., che aveva 68 anni ed non era del tutto autosufficiente,
è simile a quella di tanti altri anziani. La donna era affetta da sclerosi multipla.


Il 19 marzo la figlia viene informata che la madre è risultata positiva. In pochi giorni la situazione si aggrava. Il 29 marzo la donna viene ricoverata nel reparto Pneumologia delle Cliniche San Pietro e il 6 aprile al Policlinico di Sassari nel reparto di Terapia Intensiva dove spira la sera del 19 aprile. L’inchiesta, affidata la sostituto procuratore Paolo Piras, dovrà accertare eventuali responsabilità da parte del personale della Rsa.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes