Sedute in streaming con nuovi impianti

Ozieri, dopo quarant’anni rimodernata la sala consiliare Microfoni in postazioni touch screen e videocamera mobile

OZIERI. Terminati gli ultimi ritocchi, si sono conclusi i lavori di ammodernamento dell’aula consiliare del Comune, dove è ora finalmente in funzione un impianto audio e video di ultima generazione che ha già consentito di trasmettere in diretta streaming le ultime sedute consiliari. Realizzato interamente da ditte ozieresi, sia nella sua parte elettrica sia in quella più strettamente connessa all’impianto audio/video, il lavoro è costato in tutto 26 mila 500 euro, finanziati nell’ambito del progetto di adeguamento alle norme di sicurezza della casa comunale che comprendeva fondi anche per l’ammodernamento ed efficientamento energetico e il cui costo, pari a 495 mila euro, è stato coperto per 400 mila euro da fondi regionali e per i restanti 95 mila da risorse del bilancio del Comune. Un’opera necessaria, dal momento che il vecchio impianto di registrazione risaliva al 1975 ed era ormai più che obsoleto. Più volte erano stati richiesti preventivi per il rifacimento dell’impianto, ma i costi stimati erano stati sempre tra i 50 e i 100 mila euro, cifre ben al di sopra di quanto si è speso alla fine.

Grande soddisfazione è quindi espressa dal presidente del consiglio comunale Gianluigi Sotgia, che dal suo insediamento aveva posto l’ammodernamento della sala consiliare come uno dei primi punti del suo personale programma e che ora plaude l’ottimo lavoro fatto dalle ditte che hanno eseguito i lavori e il loro risultato, dimostratosi indispensabile in questo periodo nel quale le sedute consiliari si svolgono a porte chiuse in osservanza delle le norme sanitarie e che, grazie al nuovo impianto, sono state seguite da una media di mille persone ciascuna. «Finalmente, dopo un’attesa lunga oltre 40 anni – dice Sotgia -, anche il nostro Comune può contare su una sala consiliare dotata di impianti moderni ed efficienti. Sono stati diversi, infatti, i tentativi delle amministrazioni precedenti volti alla sostituzione della vecchia strumentazione e oggi l’obiettivo è raggiunto».

Gli interventi hanno riguardato il rinnovo dei sistemi audio e di registrazione, dell’impianto di illuminazione e l’installazione di un impianto video, prima assente. «La sala consiliare – spiega Sotgia – dispone ora di un impianto con 22 microfoni, attivabili da postazione touchscreen con sistema automatico di registrazione e archiviazione delle sedute (obbligatorio per legge) e di una videocamera mobile ad altissima risoluzione. A cui si aggiunge un sistema di illuminazione a risparmio energetico».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes