A Castelsardo una settimana ecologica

CASTELSARDO. È stata inaugurata lunedì scorso la settimana del “Plastic Litter” promossa dai Bulli Surf Club e dalle ragazze di Ecologicamente che, fino a domenica prossima, andranno a caccia delle...

CASTELSARDO. È stata inaugurata lunedì scorso la settimana del “Plastic Litter” promossa dai Bulli Surf Club e dalle ragazze di Ecologicamente che, fino a domenica prossima, andranno a caccia delle cosiddette “lacrime di sirena” o “nurdles”. I nurdles, plastic pellet o, più poeticamente, mermaid tears (lacrime di sirena) sono i piccoli granuli di plastica, con forma e dimensioni simili alle lenticchie o, a volte, a piccoli cilindri di circa mezzo centimetro.

Costituiscono la materia prima prodotta dalle industrie che verrà poi trasformata negli oggetti di plastica che tutti noi utilizziamo quotidianamente. I nurdles, spesso, vengono persi durante il trasporto e possono finire direttamente in mare, cadendo dalle navi oppure mentre vengono maneggiati durante il carico o scarico nei porti. Se vengono smarriti a terra, vengono trasportati dalle acque meteroriche e possono finire nei fiumi e nel mare. Sono piccoli, leggeri e galleggiano. I venti e le correnti li disperdono facendogli raggiungere tutte le spiagge del mondo.

«Durante questa settimana andremmo alla ricerca delle lacrime di sirena – invitano gli organizzatori – raccoglietele in bottigliette e portatele ai Bulli surf Club, dove li conserveremo per farle diventare qualcosa di bello: le toglieremo dalle spiagge per trasformarli in un opera artistica».

Donatella Sini

WsStaticBoxes WsStaticBoxes