Domani una raccolta di sangue organizzata dalla Fidas

OZIERI. Doppio appuntamento domani per la Fidas Ozieri, che nella stessa giornata riunirà l’assemblea annuale e promuoverà una raccolta straordinaria di sangue per far fronte alle necessità estive....

OZIERI. Doppio appuntamento domani per la Fidas Ozieri, che nella stessa giornata riunirà l’assemblea annuale e promuoverà una raccolta straordinaria di sangue per far fronte alle necessità estive. Per quest’ultima, come avvenuto già nei mesi scorsi, occorre prenotarsi, perché per evitare gli assembramenti saranno organizzati dei turni di 4/5 donatori ogni ora, dalle 8 alle 13. I contatti di riferimento sono i numeri 340-9237184 e 340-4808401; l’autoemoteca sosterà nel consueto punto di piazza Garibaldi. L’assemblea annuale, riservata ai soci delle sedi di Ozieri e di Alà dei Sardi, Ardara, Chiaramonti, Ittireddu, Mores, Nughedu San Nicolò e Pattada, è quella relativa al 2019 che avrebbe dovuto svolgersi nel mese di aprile, e che per ovvi motivi è stata rinviata. Nel corso della seduta (che si riunirà in prima convocazione alle 17.30 e in seconda alle 18 nella sede in via Vittorio Veneto 108) il presidente Giuseppe Zintu illustrerà la relazione sulle attività del 2019, il bilancio consuntivo, la relazione del collegio dei revisori dei conti. Sarà inoltre possibile discutere di temi vari ed eventuali. Sarà un incontro importante, perché è nel corso dell’assemblea annuale che si fa il punto delle attività dell’associazione, che lo scorso anno, come anticipa il presidente, «ha registrato una crescita delle donazioni del 5 per cento rispetto al 2018».

«Dalle statistiche - prosegue Zintu - si nota l’incremento dei nuovi donatori fidelizzati e il numero dei donatori giovani sotto i 28 anni. Dati che fanno ben sperare per il futuro della Fidas Ozieri. Il primo ringraziamento è indirizzato a tutti i donatori, che grazie al loro gesto hanno potuto garantire la vita a molti pazienti talassemici, le terapie a quelli in attesa di trapianto, di interventi, e post intervento. Gli altri ringraziamenti vanno a tutti i volontari della Fidas e a tutti gli studenti degli istituti superiori di Ozieri, ai medici e a tutto il personale del centro trasfusionale per la loro preziosa collaborazione». (b.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes