Il Tennis club Torres raddoppia

Avviati i lavori per la copertura del campo centrale finanziati con i fondi Jessica

SASSARI. Un altro campo coperto (addirittura quello centrale con le tribune), un impianto di illuminazione con proiettori a led, un campo da padel (lo sport del momento) e una nuova club house. Il Tennis Club Torres “Antonio Bozzo”, ospitato nella struttura a fianco dello stadio Vanni Sanna, fa le cose in grande sempre sulla strada della collaborazione pubblico-privato che l’amministrazione comunale ha imboccato negli ultimi tempi per quanto riguarda il settore degli impianti sportivi.

Il campo coperto (il secondo) è già in dirittura d’arrivo, col cantiere aperto e l’idea di arrivare alla conclusione dei lavori a fine settembre. Un cammino lungo e anche un po’ accidentato, finanziato dal Comune con i fondi Jessica: «Il nostro progetto era rientrato nel dicembre del 2016 tra le opere finanziate dal Comune per un importo di 353mila euro – dice il presidente Gavino Caddia – ma soltanto alla fine del 2019 siamo riusciti a portare a termine la gara d’appalto grazie all’interessamento diretto del sindaco Nanni Campus e dell’assessora Rosanna Arru». La seconda parte dei lavori sarò invece interamente a carico della società, che ha previsto una spesa di circa 150mila euro: «Il 10 luglio siamo riusciti finalmente a svolgere l’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio e i presenti hanno dato mandato al direttivo per approfondire il progetto. Il nostro mandato scadrà a novembre e toccherà quindi al prossimo direttivo portare avanti questi progetti, grazie ai quali la città avrà a disposizione un circolo tennistico che, oltre al prestigio dei risultati sportivi, unisce la capacità di fornire servizi di alto livello a costi molto contenuti».

La Torres Tennis gestisce il complesso dal 1926 e continua a essere un punto di riferimento per tutta la città. Attualmente i soci sono poco più di 150 e il settore agonistico è in grande crescita: «Quest’anno ci siamo piazzati al dodicesimo posto tra tutti i 3184 circoli in Italia – dice il direttore sportivoMarco Ticca –, quando me lo hanno detto stentavo a crederci. Il nostro gruppo di agonisti conta in tutto centoventi tesserati, divisi in diciassette squadre agonistiche che militano praticamente in tutti i campionati, dalla serie C alla serie A. Il mio sogno è quello di riportare a Sassari le competizioni internazionali e il nuovo campo coperto e i nuovi servizi potranno darci una grossa mano in questo senso».(r.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes