Passeggiata a cavallo in memoria dei cavalieri dell’Ardia

OSILO. Si è svolta nel periodo scorso la “Passeggiata a cavallo del ricordo”, in memoria dei cavalieri dell’Ardia di Cossoine prematuramente scomparsi. Dopo la buona riuscita della prima edizione, si...

OSILO. Si è svolta nel periodo scorso la “Passeggiata a cavallo del ricordo”, in memoria dei cavalieri dell’Ardia di Cossoine prematuramente scomparsi. Dopo la buona riuscita della prima edizione, si è tenuto il secondo appuntamento dell’iniziativa. Il raduno si è tenuto nei pressi del campo sportivo, e di qui il gruppo ha raggiunto il piazzale del cimitero, dove il parroco don Peppino Lintas, alla presenza dei familiari dei cavalieri scomparsi Silvio Sotgiu, Piero Cau, Nicola e Giovanni Antonio Sotgiu, Cece Carboni, ha ricordato la loro devozione a San Sebastiano, e la passione per i cavalli.

La cerimonia si è conclusa con la deposizione dei fiori sulle tombe dei cavalieri deceduti. A quel punto è iniziata la passeggiata vera e propria, con il corteo a cavallo che ha attraversato la via principale del paese per poi immettersi nella strada di Lalvos, ed attraversare Funtaneddas, Aidu, Baddu e Rena, Santa Maria Iscalas, Monte Traessu e Paule Manna, dove nella splendida oasi creata in anni di cantiere di forestazione, i cavalieri si sono potuti riposare e rifocillare. «Una bella nota positiva – dicono gli organizzatori – è stata la partecipazione numerosa dei cossoinesi, e la presenza di alcuni cavalieri provenienti dai centri vicini, Thiesi, Bonorva, Giave. Tra questi, il giovanissimo Antonio Santoru, 12 anni, di Thiesi, figlio di Gianni di origini cossoinesi, che in sella al suo Frisone ha fatto una splendida figura».(m.b.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes