Conservatorio, musica in sicurezza

Il presidente Iai: «Continuiamo con tutte le precauzioni le lezioni in presenza per le attività strumentali e vocali»

SASSARI. Il Conservatorio Canepa, dopo aver inaugurato nei giorni scorsi l’attività didattica dell’anno accademico 2020 2021, prosegue le attività formative e curricolari in forma mista. Nella sede di piazza Cappuccini saranno garantite in presenza le attività strumentali e vocali si svolgeranno invece a distanza quelle di natura teorica.

A contenere le nuove disposizioni sull’operatività della sede del Canepa nel contesto dell’emergenza pubblica Covid 19 è il decreto del presidente del Conservatorio Ivano Iai. Pubblicato il 5 novembre il decreto applica le disposizioni contenute nel Dpcm del 3 novembre concernenti le modalità di organizzazione della didattica e delle attività curricolari nelle università. Il Dpcm sottolinea l’importanza di garantire l’insegnamento in sede in tutti i casi nei quali vi possa essere pregiudizio per la qualità delle prestazioni didattiche rese a distanza.

«L’insegnamento delle discipline musicali – si legge nel decreto del Conservatorio – articolato secondo il prevalente modello organizzativo della didattica individuale, rappresenta un unicum nel variegato sistema educativo e formativo e presuppone l’indispensabile compresenza di docente e allievo in occasione della prestazione didattica».

«Considerato che la didattica musicale consiste – spiega il presidente Iai – in un’attività interrelazionale caratterizzata dalla compresenza è evidente che un rapporto mediato e a distanza potrebbe pregiudicare l’essenza stessa della specificità dell’insegnamento e i relativi risultati. In questo contesto interpretando e applicando le indicazioni dell’ultimo Dpcm abbiamo consentito l’organizzazione delle attività didattiche in presenza rilevando inoltre che gli ampi spazi di cui è dotata la sede del Conservatorio Canepa agevolano l’applicazione delle norme di sicurezza sul distanziamento fisico e riducono i rischi di contatti specialmente in relazione al numero dei docenti e degli studenti frequentanti».

Il decreto ricorda inoltre che in ragione dell’evoluzione dell’emergenza epidemica e dei rischi connessi alle occasioni di incontro tra persone, occorre reiterare e rafforzare all’interno della sede del Conservatorio le raccomandazioni sull’attuazione delle disposizioni igienico sanitarie e comportamentali al fine di garantire le prestazioni didattiche in sede in forma mista. In applicazione della circolare del 10 marzo, diramata dal direttore Mariano Meloni, lo svolgimento di lezioni a distanza si attiverà in modalità video conferenza. Tenuto conto che non sono venuti a cessare i rischi di contagio e diffusione dell’infezione epidemica in atto il Conservatorio predispone inoltre ulteriori misure per garantire la sicurezza sanitaria assoluta per i dipendenti, i docenti, gli studenti e chiunque altro frequenti gli ambienti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes