Medico sassarese raggirato e derubato di 150mila euro, 52enne dal gup

SASSARI. È stata fissata per il 18 dicembre l’udienza preliminare nei confronti di un 52enne accusato di aver truffato un anziano medico sassarese sofferente per patologie neurologiche portandogli via circa 150mila euro.

L’imputato, con precedenti specifici, era stato denunciato per truffa aggravata dagli investigatori della guardia di finanza della compagnia di Sassari lo scorso settembre. L’attività delle fiamme gialle era partita dopo la denuncia dei figli del medico ottantenne che si erano resi conto della grave situazione in cui si trovava il genitore e si erano rivolti all’avvocato Gianluigi Poddighe (che ora rappresenta la parte civile). Impaurito e disorientato per via della malattia e delle continue pressioni esercitate dal 52enne (secondo le risultanze investigative già protagonista di azioni gravi nei confronti di persone anziane e indifese), il medico in pensione era riuscito comunque a fornire indicazioni fondamentali agli inquirenti. Sulla base degli elementi raccolti, i finanzieri guidati dal capitano Paolo Saladino avevano ricostruito le tappe della truffa messa a segno tra settembre del 2017 e agosto del 2018. Dalle verifiche era emerso che il 52enne si era fatto consegnare, in diverse occasioni, circa 150mila euro per la ristrutturazione di alcuni immobili, in realtà mai posseduti, promettendone la restituzione una volta vendute le abitazioni che – a suo dire – erano già state opzionate dagli acquirenti. Era riuscito a ottenere la fiducia dell’anziano millantando l’appartenenza alle forze di polizia e la disponibilità di denaro e titoli, abitazioni di prestigio in Costa Smeralda e numerosi quadri d’autore. Alla richiesta di restituzione del denaro, il truffatore aveva cominciato a intimorire l’anziano minacciando ritorsioni. (na.co.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes