A Tula aumentano i contagi e il sindaco chiude tutte le scuole

TULA. Con un’ordinanza emessa dal sindaco Gino Satta nel primo pomeriggio di ieri anche a Tula, per cercare di arginare la diffusione del Covid che sta diventando massiccia, sono state chiuse tutte...

TULA. Con un’ordinanza emessa dal sindaco Gino Satta nel primo pomeriggio di ieri anche a Tula, per cercare di arginare la diffusione del Covid che sta diventando massiccia, sono state chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado sino al 7 dicembre. La situazione in paese pareva abbastanza sotto controllo sino a qualche settimana fa ma vista la difficoltà nell’ottenere dall’Ats i dati aggiornati sui positivi unita ai tempi lunghi sull’esito dei tamponi effettuati e soprattutto un focolaio presente nella casa di riposo Giovanni Paolo II, il primo cittadino non ha indugiato oltre e ha deciso per la chiusura. Nelle scorse settimane un ospite della casa era stato ricoverato all’Ospedale Civile di Olbia per diverse patologie, dimesso e dimesso con tampone negativo ma subito dopo aveva iniziato ad accusare i sintomi del coronavirus e, nuovamente ricoverato, è deceduto. Nel frattempo dei sedici ospiti presenti, due sono stati ricoverati e gli altri quattordici, in attesa dell’esito del tampone effettuato dall’Usca, sono stati sottoposti a terapia anche se solo alcuni presentano sintomi. In quarantena anche quattro operatori. «In paese contiamo sedici casi riferibili al virus ma è difficile controllare la situazione». (f.sq.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes