Misure anticrisi a Cheremule: ridotte la Tari e l’Imu

CHEREMULE. L’amministrazione comunale di Cheremule mette in campo le misure di sostegno economico per fronteggiare l’emergenza economica: dimezzato il costo della Tari per le famiglie e per le...

CHEREMULE. L’amministrazione comunale di Cheremule mette in campo le misure di sostegno economico per fronteggiare l’emergenza economica: dimezzato il costo della Tari per le famiglie e per le imprese, diminuita l’Imu. Misure che, in aggiunta a quelle già previste dalle leggi statali e regionali, garantiranno una riduzione delle spese delle famiglie e delle imprese del territorio.

Le ragioni che hanno spinto gli amministratori a prendere queste decisioni vanno ricercate nella fragilità dell’economia locale: «La nostra realtà è gravata dalla crisi economica e da un alto tasso di disoccupazione, con forte incidenza su tutto il tessuto sociale e produttivo, ancor più colpito, nell'anno 2020, dall'emergenza sanitaria e dalle conseguenti limitazioni e sospensioni delle attività disposte dai provvedimenti emanati dal governo per fronteggiare i contagi» hanno spiegato gli amministratori comunali, che aggiungono: «Ci sono state e ci saranno nel lungo periodo pesanti ripercussioni sia sulle disponibilità economiche delle famiglie, interessate da riduzione o perdita di lavoro da parte dei familiarii, sia sul volume di affari delle poche imprese locali, che sono state quasi tutte costrette a periodi di sospensione obbligatoria o restrizioni sulle modalità di svolgimento delle attività».

A tale proposito, l’amministrazione ha deciso di introdurre agevolazioni sulla Tari per l'anno 2020, attraverso risorse recuperate dalla fiscalità generale del Comune. Agevolazioni che saranno a favore delle famiglie e delle attività imprenditoriali. L’imposta sarà, perciò, ridotta del 50% per la parte fissa della tariffa e del 50% per la parte variabile della tariffa. In più, ci sarà una riduzione da 0,86% a 0,76% dell'aliquota base dell’Imu, per l'anno 2020, diretta a tutte le categorie di immobili oggetto di imposizione non diversamente regolamentate; mentre rimangono invariate le tariffe della Tari, che saranno quelle già adottate per l’anno 2019.

Daniela Deriu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes