Le scrittrici le più lette in biblioteca

Nella classifica 2020 molti nomi femminili italiani e stranieri

PADRIA . Scrivere è donna, o quantomeno, donne sono gli autori più lette nel 2020 nella biblioteca “Salvatore Sale” di Padria. È quanto emerge dal sondaggio condotto dalla cooperativa “Loguidea” che gestisce il servizio, con la sua operatrice Cinzia Fara. Un osservatorio piccolo se si vuole, ma significativo dei gusti dei lettori. Così, è tutta al femminile la classifica dei libri più letti nel 2020 per la narrativa italiana, con in testa Alessia Gazzola, con i romanzi “Lena e la tempesta”, e “Costanza e i buoni propositi”, e Ilaria Tuti, con “Ninfa dormiente”. Poi , Cristina Cassar Scalia con “Sabbia nera” e “La logica della lampara”, Stefania Auci, (“I leoni di Sicilia”) e Viola Ardone (“Il treno dei bambini”).

Sempre rosa, con un’unica eccezione, è la classifica dei libri stranieri più letti. Al primo posto Isabelle Allende, con “Lungo petalo di mare” e Maria Duenas con “La figlia del capitano”. A seguire, Lucinda Riley con “La stanza delle farfalle”, Bridget Collins con “Il rilegatore”, e, unico uomo, Zeyn Joukhadar con “Il paese del sale e delle stelle”.

La biblioteca di Padria è aperta al pubblico su prenotazione dal martedì al venerdì dalle 15.30 alle 19. Per prenotare il prestito chiamare il numero 079/8080004 negli orari di apertura, o mandare una mail a loguidea@libero.it, o inviare un messaggio privato sulla pagina Facebook della biblioteca. Il servizio è gestita dalla coop. Loguidea che opera anche a Mara, e che organizza iniziative collaterali. Le prossime riguardano il “Giorno della Memoria”, il 27 gennaio, e il “Giorno del Ricordo” il 10 febbraio, sulle quali il Comune ha investito con l'acquisto di volumi specifici. (m.b.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes