I progetti di Ploaghe contro frane e alluvioni

Nuovo appalto da 250mila euro per consolidare il colle di San Matteo Lungo la strada nel versante est verranno realizzate cunette e caditoie

PLOAGHE. Il problema del dissesto idrogeologico è uno dei temi che mette maggiormente in apprensione le amministrazioni comunali che spesso hanno pochi strumenti per contrastare i vari fenomeni che si manifestano, a partire dall'erosione superficiale fino agli eventi più catastrofici come frane e alluvioni. Su questo fronte il Comune di Ploaghe ha da tempo attivato un percorso di studio del territorio al fine di realizzare una serie di interventi atti a salvaguardare i propri concittadini limitando i fenomeni di degrado ambientale.

Dopo l’appalto della messa in sicurezza del colle San Matteo relativo al versante che si affaccia lungo via Palas de Monte (avvenuto lo scorso dicembre), è ora il turno del secondo lotto esecutivo relativo al versante orientale, del valore di 250mila euro. Il progetto è stato appaltato nei giorni scorsi e i lavori inizieranno quando le condizioni metereologiche lo consentiranno.

L’intervento di consolidamento si è reso necessario in quanto, nel versante est della collina, lungo la via Del Colle che conduce alla chiesetta campestre, sono stati rilevati elementi di instabilità nella carreggiata stradale. Dopo la campagna di indagini eseguita in fase preliminare, si sono riscontrate criticità nella stratigrafia, riconducibili probabilmente anche a interventi precedenti sul terreno.

Inoltre la strada è sprovvista di una rete di raccolta e regimazione delle acque che, in occasione delle abbondanti precipitazioni che si verificano nei periodi invernali, affluiscono nelle strade a valle provocando allagamenti con tutti i disagi che ne derivano. I lavori previsti nel progetto, che richiederanno alcuni mesi per la realizzazione, riguardano scavi e movimento terra per 843 metri cubi circa, posa di gabbionate per 750 metri cubi, 50 metri di cunetta in calcestruzzo, recinzione metallica, sistemi di raccolta di acque bianche, ampliamento della carreggiata e parziale nuova pavimentazione, caditoie con presa con griglia e pozzetti d’ispezione.

«Con questi interventi investiamo ben 400mila euro per la messa in sicurezza del colle San Matteo – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Gian Mario Busellu – risolvendo numerosi problemi presenti da anni». Aggiunge il sindaco Carlo Sotgiu: «Nei prossimi mesi partiranno numerosi cantieri frutto dei finanziamenti regionali e statali ottenuti nello scorso mandato. Una parte consistente riguarda la messa in sicurezza del territorio anche grazie ai nuovi finanziamenti ministeriali ottenuti per la progettazione del versante di Zaccaria, dello stesso colle San Matteo e del versante di Santa Giulia che si sommano al milione e mezzo già stanziato dalla Regione».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes