Coronavirus, la nuova ordinanza del sindaco di Sassari: vietato sostare davanti ai bar

Ogni locale deve indicare all'esterno il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente

SASSARI. Il sindaco di Sassari Nanni Campus ha firmato una nuova ordinanza in materia di contenimento della diffusione del coronavirus.

Numero massimo clienti. “È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali, di esporre all'ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti”; al fine di contenere il rischio di diffusione del contagio e poter garantire un adeguato distanziamento interpersonale, per quanto riguarda le attività di ristorazione, compresi bar, pub, ristoranti pasticcerie e gelaterie, lo stesso cartello deve riportare inoltre il numero massimo di clienti ammessi contemporaneamente nel perimetro della superficie di suolo pubblico concessa per la somministrazione di alimenti e bevande; nel caso specifico, il numero massimo dei clienti ammessi contemporaneamente nella suddetta superficie esterna deve corrispondere al numero di posti a sedere consentiti, ovvero massimo quattro posti per ogni tavolo, fatta eccezione per i conviventi;

Permanenza davanti ai locali. Sul suolo pubblico concesso all'esercente è altresì vietata la permanenza in piedi dei clienti, sia mentre consumano bevande o alimenti sia che siano essi in attesa che si renda disponibile un tavolo; Le sopra citate prescrizioni si estendono anche alle aree private esterne alle mura del pubblico esercizio sulle quali l'esercente è autorizzato a svolgere attività di somministrazione di alimenti e bevande.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes