Porto Torres, operativa la nuova centrale Terna

All’impianto potranno connettersi molti impianti eolici della zona Un investimento da 6 milioni di euro già collegato alla rete di alta tensione 

SASSARI. Un anno di lavori, segnato anche dalle difficoltà rappresentate dall’emergenza Covid, ma alla fine l’opera è stata portata a compimento. È entrata in esercizio la nuova stazione elettrica a 150 Kv di Porto Torres 2, nel nord ovest della Sardegna. Si tratta di un nuovo impianto per il quale Terna ha investito oltre 6 milioni di euro, ed è già stato connesso alla rete di alta tensione tramite due raccordi aerei inseriti nella preesistente linea Fiume Santo-Porto Torres 1.

La scelta di ubicare in quella zona non è casuale. La stazione infatti sorge in un’area particolarmente ventosa e quindi caratterizzata dalla presenza di numerosi parchi eolici. Alcuni di questi, di potenza inferiore ai 10 MW, attraverso il nuovo impianto potranno essere fin da subito collegati alla cabina primaria Nurra 2. Inoltre, in futuro, la stazione permetterà la connessione del parco eolico di 42,5 MW di potenza, già autorizzato e di prossima realizzazione nell’area di Porto Torres.

La realizzazione dell’opera, costruita su un’area inclinata, ha comportato lavori di livellamento e movimentazione del terreno sottostante con interventi di contenimento del suolo di consistente altezza. Per integrare il nuovo impianto nell’ambiente circostante sono già state previste opere di ingegneria ambientale anche attraverso la piantumazione di piante tipiche della macchia mediterranea. Nonostante le difficoltà dovute al Covid-19, l’impianto è stato completato nei previsti 12 mesi e ha coinvolto imprese e maestranze, anche locali, con circa 50 addetti complessivi in cantiere. L’iniziativa di Terna rappresenta anche una possibilità per valutare al meglio l’efficienza degli impianti eolici disseminati in tutta la zona, quasi tutti di piccole dimensioni e che possono essere collegati in rete.

A proposito di energia, da ricordare che l’assessora regionale all’Industria Anita Pili ha pianificato una serie di incontri nell’ambito dell’Agenda Industria. Il primo - il 19 febbraio - su metanizzazione, Piano nazionale integrato energia clima (Pniec) e Piano energetico ambientale regionale (Pears). Il tema decisivo per il futuro industriale resta quello della transizione energetica. (g.ba)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes