Parco, iniziato il passaggio delle rete idrica a Abbanoa

Venerdì niente acqua nel borgo di Cala d’Oliva per consentire i primi interventi Il Comune sta trasferendo circa un milione di euro al gestore unico per i lavori

PORTO TORRES. L’interruzione idrica di venerdì nel borgo di Cala d’Oliva, sull’isola dell’Asinara, rappresenta l’intervento propedeutico all’imminente trasferimento del servizio idrico del Parco nazionale alla società Abbanoa. Nei giorni dell’intervento è comunque prevista la fornitura di acqua potabile in via sostitutiva mediante autobotte, già disponibile da ieri nell’ex borgo dei pescatori. Tutto secondo quanto previsto dall’Accordo di programma firmato nel 2018 dunque, da Regione, Comune di Porto Torres, Conservatoria delle coste, Abbanoa ed Ente Parco. Venerdì i tecnici di Abbanoa con l’impresa delle manutenzioni del Distretto saranno al lavoro sul serbatoio, dove si sta già procedendo allo svuotamento delle vasche d’accumulo che nei prossimi giorni saranno interessati dalle verifiche sulla tenuta delle strutture, la pulizia, sanificazione e impermeabilizzazione del serbatoio. Saranno eseguiti interventi anche sulle parti idrauliche per garantirne la piena funzionalità. Sempre a Cala d’Oliva si procederà anche al rifacimento degli allacci alle utenze servite. É uno dei passi fondamentali per il trasferimento del servizio idrico dell’Asinara. Nei mesi scorsi i tecnici di Abbanoa avevano eseguito numerosi sopralluoghi e verifiche per avviare la prima parte degli interventi di riqualificazione delle infrastrutture idriche nell'isola parco, con un investimento di un milione di euro. È il risultato del lavoro svolto dall'amministrazione locale, il gestore unico, Egas e Regione, culminato nella firma del protocollo di intesa dello scorso luglio che ha consentito ad Abbanoa di mettere a disposizione del Comune le proprie esperienze tecniche per l'utilizzo di una parte del finanziamento assegnato all’ente locale. Secondo gli accordi, il Comune di Porto Torres sta trasferendo ad Abbanoa circa un terzo del finanziamento (un milione di euro su un totale di 3 milioni 200mila euro) che permette al gestore unico di avviare una prima serie di interventi e fare un deciso passo verso la modernizzazione del sistema Asinara. Alla conclusione di questi interventi, indispensabili per completare la procedura di trasferimento con la messa a norma degli impianti, Abbanoa potrà prendere formalmente in carico il servizio idrico. I primi interventi previsti riguardano proprio la ristrutturazione del serbatoio di Cala D’Oliva e di quello di Cala Reale, l'adeguamento dell’impianto di potabilizzazione di Cala D'Oliva, l'adeguamento degli allacci idrici e l'installazione del telecontrollo e sostituzione del quadro elettrico dell'impianto di depurazione di Cala D’Oliva. Saranno effettuati da Abbanoa su incarico del Comune e la loro realizzazione sarà preliminare al passaggio della gestione del sistema idrico. Il restante finanziamento di 2milioni 200mila euro continuerà ad essere gestito direttamente dal Comune in stretta collaborazione con Abbanoa, e sarà utilizzato principalmente per il totale rifacimento delle reti idriche e fognarie e per la messa in sicurezza del bacino del Pecorile.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes