«La Nurra in ginocchio per le gelate»

L’allarme della Municipalità. Domande per il risarcimento danni fino al 29

SASSARI. Le gelate primaverili della scorsa settimana hanno causato gravissimi danni e spesso la distruzione di vigneti, frutteti e altre colture agricole di pieno campo nel territorio del Comune di Sassari e della Nurra in particolare. Per fronteggiare questa nuova emergenza, i consiglieri della municipalità della Nurra hanno deliberato all'unanimità la richiesta al Comune di Sassari e alla Regione Sardegna di riconoscimento “dello stato di calamità naturale di eccezionale gravità”. Richiesta accolta, con lo stato di calamità naturale dichiarato, e le domande di risarcimento danni aperte per gli imprenditori fino al 29 aprile. «Il brusco calo di temperature verificatosi tra il 7 ed il 9 Aprile ha determinato forti gelate che hanno compromesso le colture agricole, specie vigneti e frutteti” spiega il presidente della municipalità della Nurra Alessandro Colombino, il quale rivela di avere inoltre interloquito col responsabile della protezione civile del Comune di Sassari Francesco Pilichi e con l'assessore alle attività produttive Niccolò Lucchi. «Varie associazioni di categoria e comitati di imprenditori agricoli ci hanno comunicato che le imprese agricole hanno subito danni ingenti, con la perdita dell’80% della produzione. Si rende necessario ed urgente attivare ogni azione atta a tutelare gli interessi e salvaguardare i diritti di coloro che hanno subito gli effetti devastanti delle gelate ed a perorare la concessione di aiuti economici da quantificare ai sensi della normativa in vigore per i danni subiti» chiosa il presidente della municipalità della Nurra.

Emanuele Fancellu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes