Commissario ai “Cronici”: anche i sindacati in attesa

SASSARI. Il sindaco Nanni Campus ha gettato il sasso nello stagno della Casa della “Divina Provvidenza” con la richiesta di commissariamento inoltrata alla Regione. Ora si dovranno attendere gli...

SASSARI. Il sindaco Nanni Campus ha gettato il sasso nello stagno della Casa della “Divina Provvidenza” con la richiesta di commissariamento inoltrata alla Regione. Ora si dovranno attendere gli sviluppi per verificare se sia possibile il salvataggio, con un’iniezione di finanziamenti, dell’ex ospizio dei cronici e della Fondazione. Che da decenni navigano in cattive acque, con i dipendenti che vengono pagati in ritardo, bilanci in perdita, cause di lavoro e pignoramenti. Fino all’ultimo capitolo, scritto nei giorni scorsi, quando il cda ha deciso le dimissioni dei 75 ospiti per la grave crisi finanziaria in cui si è trovato l’istituto.

La richiesta di commissariamento da parte del Comune è stata intanto commentata dai sindacati. Dice Giovanni Piras, segretario della Csa, organizzazione sindacale autonoma che ha assistito i lavoratori nelle cause legali avviate: «Dal 2018 abbiamo chiesto il commissariamento dell’ente sia alla Regione che al prefetto, senza però aver mai ricevuto un riscontro. Ci trova dunque d’accordo la strada intrapresa dal sindaco Campus. La Casa della “Divina Provvidenza è una struttura di grandi potenzialità e che può ancora dare tanto a Sassari. Affidarla a un commissario, ovviamente un tecnico con esperienza in materia, consentirà di risanare i conti e rilanciarla».

Stanno intanto valutando le iniziative da intraprendere Cgil, Cisl e Uil della Funzione pubblica per avere chiarezza sulle sorti della casa di riposo. «Al momento alle organizzazioni sindacali non è arrivata alcuna comunicazione né da parte delle istituzioni e neanche da parte del consiglio di amministrazione della Fondazione».

Nel frattempo ai “Cronici” si continua a lavorare. La maggioranza degli ospiti non è ancora andata via, nonostante sia trascorsa una settimana dalla data del 30 aprile, fissata per le loro dimissioni.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes