Da un mese niente contagi: «Ora Ozieri è Covid free»

Per la prima volta dall’inizio della pandemia la città può dirsi libera dal virus. Il sindaco Marco Murgia: «Ottima notizia, ma guai ad abbassare la guardia» 

OZIERI. A un anno e due mesi dall’inizio della pandemia, Ozieri è finalmente per la prima volta Covid free, cioè senza nessun contagio. Gli ultimi casi segnalati in città, persone che non riuscivano a negativizzarsi, sono finalmente fuori pericolo e al momento la città non conta nessun contagiato da Covid19.

Era da circa un mese che a Ozieri non venivano riscontrati nuovi casi – così come aveva annunciato anche nell’ultima seduta del consiglio comunale il sindaco Marco Murgia – e adesso finalmente il tasso dei contagi è pari a zero. Sicuramente un’ottima notizia, che comunque non deve fare assolutamente far abbassare la guardia. In città a dire il vero la situazione non ha mai raggiunto livelli di guardia estrema – nonostante la presenza di numerose residenze sanitarie e comunità alloggio e soprattutto dell’ospedale – e il picco dei più di cento contagi avutosi nel momento di maggiore diffusione della pandemia è solo un lontano ricordo. Anche senza avere avuto numeri rilevanti, in proporzione alla popolazione (che si attesta intorno ai 10.500 abitanti), il contagio è comunque sempre stato presente in città, e la notizia del raggiungimento dello status di Covid free è quindi un raggio di luce che sembra annunciare la fine di un lunghissimo incubo. Un inferno che ha visto anche la cittadina cambiare volto, come del resto tutto il mondo, e che ha comportato perdite dolorose per la comunità.

Sono stati circa una decina circa i decessi direttamente ascrivibili al virus, ma tante persone sono decedute in seguito alla negativizzazione o hanno comunque dovuto fare i conti con esso e con lunghe degenze in ospedale e strascichi fisici che anche chi ha superato da mesi la malattia si porta ancora dietro. Per questo è necessario non abbassare la guardia, e anche se è vero che i cittadini dimostrano sempre più insofferenza alle norme di chiusura è anche altrettanto vero che i buoni comportamenti non sono l’eccezione ma in linea generale la regola, nonostante alcuni eccessi che qui come altrove hanno occupato le pagine dei giornali. Molti ozieresi si spostano quotidianamente per lavoro, e molte persone di fuori vengono ogni giorno in città per motivi di lavoro, di studio e quant’altro – senza contare, come detto, la presenza dell’ospedale e di diverse residente per anziani e disabili –, ma evidentemente in linea di massima il rispetto delle regole e il tracciamento hanno funzionato.

Ozieri finalmente Covid Free è comunque una novità molto positiva, ed è soprattutto uno status che ora tutta la collettività è chiamata a mantenere. E per questo ci vorrà ancora pazienza, molta, e servirà ancora il massimo rispetto delle direttive sanitarie anti-contagio.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes