Petizione a sostegno degli “invisibili”

Delegazione del comitato sardo in commissione Politiche sociali

PORTO TORRES. «Veniamo definiti malati fantasma perché chi soffre di questa patologia è considerato invisibile: chiediamo che venga approvata una legge regionale che riconosca questa malattia e che consenta al sistema sanitario di mettere in campo il corretto approccio multidisciplinare per consentire a chi ne soffre di essere assistito adeguatamente». Parole pronunciate in sala consiliare da Nina Gallittu - referente per la Sardegna del comitato Fibromialgici Uniti-Italia – che ha spiegato l'importanza della Giornata mondiale della Fibromialgia che è stata celebrata a Porto Torres nel corso dei lavori della a commissione Politiche sociali. I lavori sono stati aperti dalla presidente Paola Conticelli, e in rappresentanza dell'amministrazione sono intervenuti la vicesindaca Simona Fois e il presidente del consiglio Franco Satta. A sostegno di questa azione è ora possibile firmare nel palazzo comunale una petizione da inviare alla Regione. Ieri sera, a conclusione della giornata mondiale, la torre Aragonese è stata illuminata di viola “per rendere visibile l'invisibile”. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes