La nuova rete a Ploaghe chiude 75 milioni di appalti

Oggi nel paese Abbanoa collega le condotte realizzate in via Salis, possibili disagi Nel Nord Ovest sono stati eseguiti lavori in 32 Comuni e nell’acquedotto di Sedini

PLOAGHE. Oggi, martedì 22 giugno, i tecnici di Abbanoa procederanno al collegamento delle nuove condotte realizzate a Ploaghe in via Salis. Dalle 6.30 alle 18 si verificheranno perciò cali di pressione e temporanee interruzioni nella stessa strada, nel vico e nelle traversa Salis e nella via San Timoteo. L'intervento rientra nel maxi appalto da oltre 7,4 milioni di efficientamento delle reti idriche in 15 Comuni della provincia di Sassari: oltre Ploaghe, sono interessati anche Banari, Bonorva, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Giave, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Padria, Pozzomaggiore, Thiesi e Tissi

È un ulteriore tassello del piano di investimenti che Abbanoa sta portando avanti a tappe forzate in tutta la Sardegna. I tratti di rete idrica oggetto di interventi sono stati individuati sulla base dei problemi evidenziate dai tecnici negli ultimi anni tenendo conto dell’entità delle perdite e dei costi di produzione dell’acqua andata dispersa, l'incidenza delle rotture e delle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, della vetustà e delle caratteristiche dei materiali esistenti.

Sulla base di questi criteri sono stati considerati prioritari gli interventi riguardanti la sostituzione di vecchie condotte in polietilene, acciaio e ghisa grigia giunte ormai al termine della loro vita. Al loro posto saranno installate nuove condotte in ghisa sferoidale, materiale che garantisce la migliore tenuta. Le reti saranno dotate di pozzetti di scarico e sfiati, saracinesche di intercettazione, allacci nuovi alle utenze fino al rifacimento delle nicchie di collegamento all'esterno delle proprietà private. Inoltre, le nuove infrastrutture saranno tutte georeferenziate per una migliore gestione e una precisa individuazione una volta reinterrate.

L’appalto di Ploaghe chiude gli investimenti dei fondi Cipe 27/2015: in tutto 75 milioni di euro destinati a opere strategiche nel settore idrico-potabile. Complessivamente i Comuni interessati in tutta la Sardegna sono cento, divisi in 16 maxi-interventi tutti aggiudicati in via definitiva.

Per quanto riguarda il nord-ovest dell'Isola gli appalti hanno riguardato interventi di efficientamento delle reti idriche nella Città di Sassari (3,3 milioni di euro), Banari, Bonorva, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Giave, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Padria, Ploaghe, Pozzomaggiore, Thiesi e Tissi (7,4 milioni di euro), Ardara, Bulzi, Ittireddu, Sedini e Berchidda (1,5 milioni di euro), Alghero, Ittiri, Mores, Ozieri, Porto Torres e altre zone di Sassari (4 milioni di euro), Valledoria, Sorso, Sennori, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba (3,6 milioni di euro) e il completamento dell'acquedotto per Sedini, Bulzi, Perfugas e Laerru (2,6 milioni di euro). (r.cr.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes