Sassari cambia volto sul web

Da ieri on line il nuovo sito istituzionale del Comune: «Con un click apriamo le nostre porte ai cittadini»

SASSARI. Il Comune di Sassari cambia volto sul web. Da ieri è on line un sito nuovo di zecca destinato a migliorare in maniera decisa il rapporto tra i sassaresi e l’amministrazione. Il precedente risaliva al 1999, poi aggiornato nei primi anni del Terzo millennio. Gli anni però si facevano sentire e, soprattutto, in vent’anni il web ha fatto passi da gigante e serviva qualcosa di più moderno e adatto ai nuovi strumenti tecnologici. L’indirizzo rimane lo stesso (www.comune.sassari.it) ma il nuovo sito è navigabile da tutti i dispositivi (personal computer, tablet, smartphone), si adatta allo schermo del supporto che visita il sito. Adotta una struttura informativa ben organizzata e una implementazione grafica in linea con le disposizioni di legge per favorire l'accesso delle persone con disabilità agli strumenti informatici e le linee guida Agid (Agenzia per l’Italia digitale), sullo sviluppo di siti web e applicazioni per la pubblica amministrazione, oltre che adottare un gestore di contenuti CMS (sistema di gestione dei contenuti). Il vecchio sito resterà comunque vivo per la consultazione dei documenti antecedenti la data del 22 giugno.

«Era un impegno che avevo preso in campagna elettorale e che ho inserito in tutti i documenti programmatici della mia amministrazione – commenta soddisfatto il sindaco Nanni Campus –. Il sito del Comune è la chiave che permette a tutti i cittadini di entrare nella “Casa di Vetro” della Pubblica amministrazione. Vogliamo che la nostra amministrazione sia trasparente, accessibile, che non lasci indietro nessuno. Per ottenere questo risultato un sito istituzionale funzionale e funzionante è la base. Ammetto che al momento del mio insediamento pensavo sarebbe stato più semplice. Ci sono state difficoltà impreviste, soprattutto a causa della vetustà delle tecnologie a nostra disposizione e dello stesso sito internet online fino a ieri. La differenza è stata fatta ancora una volta dalle persone. I dipendenti del Ced (centro elaborazione dati), della redazione internet, il dirigente Claudio Castagna e – non da ultimo – l’assessore alla Programmazione e Innovazione tecnologica Gabriele Mulas hanno fatto sì che Sassari potesse essere traghettata nella tecnologia del nuovo millennio». «Siamo partiti da un modello già utilizzato da altre amministrazioni. Una scelta che ci ha permesso di risparmiare soldi pubblici e soprattutto di essere assolutamente in linea con le disposizioni nazionali ed europee sull’accessibilità – aggiunge –. Questo passaggio arriva al termine di un anno in cui anche le persone meno avvezze agli strumenti digitali si sono dovute adeguare. La pandemia ci ha obbligato spesso a mandare avanti le nostre vite e le nostre attività dalle nostre case. Un’amministrazione strutturata in funzione del cittadino deve essere in grado, nel 2021, di offrire servizi con un “click”. È vero: non abbiamo fatto nulla di eccezionale o di diverso da tante altre amministrazioni. Eppure sono fiero che questo “nulla” sia stato fatto durante il mio mandato, dopo più di quindici anni di attesa. E ancora una volta voglio ringraziare i dipendenti, il gruppo di lavoro e tutto il personale che hanno reso possibile che oggi il Comune di Sassari abbia un sito conforme agli attuali standard di qualità italiani ed europei». (r.cr.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes