Da domani niente code nel ponticello di Marritza

L’Anas ha ultimato l’intervento provvisorio e ripristina il doppio senso di marcia Nei primi week-end di luglio davanti al semaforo si formavano file chilometriche

SASSARI. La via Crucis di Marritza finirà ufficialmente domani. L’Anas infatti rimuoverà l’impianto semaforico e ripristinerà il doppio senso di marcia sul ponticello prima del rettilineo. Questo significherà fine delle code chilometriche, delle attese di un’ora al rientro dalle spiagge, e un ritorno a casa senza bile per gli automobilisti.

A dire il vero già l’ultimo week-end è filato molto più liscio. Ed è bastato un semplice accorgimento adottato dall’Anas: al posto del semaforo a tempo ben poco intelligente, il traffico è stato regolato da due movieri. Dal momento che la fila interminabile si allungava solo in direzione Castelsardo-Sassari, è bastato far defluire i mezzi con più continuità per dimezzare i disagi. Le attese, da quasi un’ora, si sono così ridotte a una manciata di minuti.

Però adesso la soluzione provvisoria messa in campo da Anas per garantire la viabilità nei mesi estivi è pronta a partire. La struttura intelaiata in acciaio, fondata su blocchi in calcestruzzo, ha rafforzato la tenuta del ponticello e consentirà dunque il sostegno per carichi maggiori. Per questo motivo sarà possibile il ripristino del doppio senso di marcia. A novembre infatti, a seguito di un’indagine strutturale sul ponticello, era emersa una criticità, ed Anas era stata costretta a delimitare una corsia e installare un impianto semaforico per attivare il senso unico alternato. Nel frattempo aveva trovato un finanziamento di 300mila euro per progettare una soluzione definitiva. «Si tratta di un’opera a scavalco dell’attuale ponte – spiega l’ingegnere dell’Anas Salvo Campione – e il cantiere partirà ad ottobre. È stata necessaria un’indagine profonda e il progetto era complesso. Appena termina la stagione estiva, saremo pronti a partire».

Anche per la predisposizione della soluzione provvisoria per i mesi estivi, con l’installazione di un potenziamento in acciaio, sono stati necessari alcuni passaggi. Uno di questi era l’autorizzazione da parte del Genio civile, dal momento che la nuova struttura avrebbe ridotto l’ampiezza del ponticello sul corso d’acqua. A luglio e ad agosto, cioè in periodo di massima siccità, questo intervento non costituisce alcun intoppo, e infatti il progetto è stato autorizzato.

Gli operai dell’Anas stanno svolgendo gli ultimi ritocchi, ma domani il ponticello sarà pronto per il ripristino del doppio senso. Quindi addio al semaforo, e soprattutto addio alle code chilometriche.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes