In Aou inizia l’esodo degli infermieri

Gli interinali cercano condizioni contrattuali migliori nelle altre Assl e il rischio per Sassari è di avere i reparti sguarniti

SASSARI. Nonostante le ultime stabilizzazioni degli infermieri, in casa Aou il rischio esodo del personale è molto alto. I primi campanelli di allarme sono già arrivati, con una decina di infermieri pronti a fare le valigie che hanno già salutato l’azienda con lettera di dimissioni. Sono gli interinali, l’anello più debole della catena, quelli con il contratto meno vantaggioso, che non gli dà alcun punteggio, e che non hanno nessuna chance di assunzioni definitive. Così, visto che è tempo di arruolamenti dalle altre strutture sanitarie dell’isola, gli infermieri migrano dove il futuro sembra più roseo. E il rischio per Sassari è quello di avere, tra qualche mese, i reparti sguarniti di personale.

È successo questo: la Aou di Cagliari ha fatto una selezione per titoli per infermieri con assunzioni a tempo determinato. Dalla graduatoria pubblicata ad aprile potevano attingere tutte le aziende della Sardegna, sia Aou che Ats, che potevano attingere. Anche l’Aou di Sassari l’ha utilizzata, chiamando dal numero 1 al numero 400 e prendendo infine 100 nominativi. Ma solo 10 sono risultati disponibili a una nuova assunzione, perché il restante 90% risultava già sotto contratto con la stessa Aou di Sassari. Per questi 100 candidati quindi l’Azienda ha preferito non far scadere il contratto già in essere a ottobre, ma ne ha predisposto uno nuovo che partiva da luglio. Quindi in pratica, 10 new entry, e tutte le altre chiamate sono solo riconferme di assunzioni già esistenti.

La stragrande maggioranza del personale infermieristico in forze all’Aou di Sassari non è stabilizzato e in più è stato assunto attraverso agenzia interinale Orienta. Queste assunzioni, come già detto, non danno alcun titolo agli infermieri e dunque il personale sassarese tende a migrare e salutare l’Aou con cinque giorni di preavviso. Parliamo di 13 infermieri in Pronto soccorso, 12 in Medicina Interna al Civile, una decina in Malattie Infettive, una decina presso la Rianimazione Covid del Clemente, altri dieci nella Rianimazione dell’ospedale. Tutti infermieri che si trovano attualmente tra la posizione 800 e 1000 della graduatoria dell’Aou di Cagliari. La quale, visto il fabbisogno di personale, ha cominciato a convocarli uno per uno. Come da copione sono iniziate le dimissioni, con dieci persone che hanno ufficialmente preso nuovi lidi. E non saranno certo le ultime. Infatti non c’è solo l’Aou di Cagliari a fare reclutamento, ma c’è anche l’Ats che ha bisogno di potenziare l’organico nelle strutture sanitarie del territorio. La conseguenza per Sassari la si vedrà a partire dal primo di agosto. Tutti i reparti rischiano di restare sguarniti, dal momento che il bacino di reclutamento del personale infermieristico è estremamente avaro di candidati.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes