«Lo sviluppo dell’Isola dei prossimi decenni è a forte rischio»

SASSARI. Quando partiti e movimenti in campo sono in doppia cifra inevitabilmente si cammina sulle uova. E dunque i lavori di ieri non hanno prodotto un documento condiviso, ma una sintesi dei lavori....

SASSARI. Quando partiti e movimenti in campo sono in doppia cifra inevitabilmente si cammina sulle uova. E dunque i lavori di ieri non hanno prodotto un documento condiviso, ma una sintesi dei lavori. Unita da un filo comune: la critica all’inefficienza dell’attuale giunta regionale, e la constatazione di una condizione di prostrazione sociale ed economica dell’Isola ormai oltre il dramma. «In una condizione così grave e pericolosa, che rischia di pregiudicare ogni aspirazione per i prossimi decenni, è indispensabile rivendicare urgentemente al Governo nazionale la canalizzazione delle risorse del Pnrr destinate alla Sardegna in poche e chiare direttrici sulla base delle istanze che rivengono, dal territorio, dai Comuni, dai sindacati confederali e dalle forze e movimenti politici fuori dagli assetti di Governo dell’isola. Proposte e progetti che nascono dalla lettura attenta dei bisogni sociali e della sofferenza, dalla necessità delle imprese di politiche e investimenti, dalle evidenti carenze infrastrutturali che continuano a tenere ai margini dello sviluppo sostenibile e della transizione ecologica e digitale, dalla urgente necessità di rilanciare occupazione stabile e dignitosa, dall’arretramento del sistema scolastico».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes