A Ozieri jazz in piazza ricordando Isio Saba

Appuntamento sabato: ospite d’eccezione Baba Sissoko, miglior musicista africano nel 2018

OZIERI. È ormai diventato un appuntamento che ogni anno aspettano in molti il Remembering Isio con un programma che si presenta sempre stimolante, colmo di sorprese e con un palco che promette musica e spettacolo ad altissimo livello.

Sabato prossimo alle 20 nella centralissima piazza San Francesco di Ozieri per ricordare la figura di Isio Saba, promotore di eventi, catalizzatore delle più grosse manifestazioni jazz in Sardegna e aggregatore di musica e persone nel mondo, scomparso alcuni anni fa, ci saranno figure di spicco del panorama musicale regionale ed internazionale.

Baba Sissoko sarà il pezzo da novanta, amico fraterno di Isio, miglior musicista jazz africano nel 2018, compositore, arrangiatore polistrumentista e maestro indiscusso del Tamani (talking drum), che per primo ha introdotto nella musica moderna maliana. Il suo stile, estremamente originale, integra le melodie e i ritmi propri della tradizione musicale del Mali con le sonoritè del jazz e del blues, creando un fantastico e originale effetto musicale. Sarà l’omaggio più diretto verso Saba che con le sue azioni ha sempre cercato di oltrepassare le barriere dei generi musicali provando a far convergere suoni e atmosfere apparentemente inconciliabili o profondamente diversi tra loro.

La serata, organizzata dall’associazione Sa Ena, dalla Pro loco e dall’amministrazione comunale, ha il sostegno dell’Agrisun, di Chilivani Ambiente e dell’Ippodromo di Chilivani e avrà come ospiti, oltre a Sissoko, anche Città di Notte, quartetto di Cagliari composto da Diego Pani, Andrea Schirru, Frank Stara e Edoardo Meledina. Nati nel 2018 e attivi dal 2019 i quattro musicisti uniscono il blues e il cool jazz alla canzone italiana con un risultato sorprendente e un primo disco omonimo prodotto da Solid Twin studio nel 2020 preceduto dall’uscita del primo videoclip “Belzebù” diretto da Domenico Montixi. Ci sarà infine anche il teatro con le letture di Mario Faticoni, principale animatore-fondatore del teatro in Sardegna il cui archivio è riconosciuto d'interesse storico nazionale dal ministero dei Beni culturali, che porterà in scena “Suono di Pietra”, viaggio di un ribelle in forma di poesia.

L’ingresso allo spettacolo sarà libero ma a causa delle norme anti-covid sarà necessaria la prenotazione al numero 389/2824122 o alla mail saenaozieri@gmail.com.

Francesco Squintu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes